Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri, Siria

Scoperta a Raqqa fossa comune con 1.400 cadaveri

Secondo il Syrian Human Rights Network gli autori dell'eccidio sarebbero i militanti dello Stato Islamico
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino/Sputnik
di AGV - Agenzia Giornalistica il Velino/Sputnik

I corpi di circa 1.400 persone uccise dal gruppo terrorista dello Stato Islamico (IS, fuorilegge in Russia) sono stati trovati in una fossa comune nella città siriana di Raqqa. A rivelarlo a Sputnik è Ahmad Kazem, alla guida del Syrian Human Rights Network con sede a Damasco. “La più grande fossa comune con 1.400 cadaveri è stata trovata nella zona di Panorama a Raqqa. A realizzarla sono stati i terroristi dello Stato Islamico”, ha detto Kazem. Secondo il dirigente di Shrn La maggior parte delle vittime sarebbero quelle accusate dai militanti dell’IS di avere legami con il governo e le forze armate siriane. Tra di loro ci sono donne, bambini e personale militare. Non è la prima volta che viene effettuata una scoperta di questo tipo a Raqqa, ma è la più grande fossa comune finora trovata nella città.

I terroristi IS hanno occupato nel 2014 Raqqa l’hanno proclamata loro capitale. La campagna militare per riconquistare Raqqa è stata lanciata nel giugno 2016 dalle forze democratiche siriane a guida curda (Sdf) sostenute dalla coalizione guidata dagli Stati Uniti. Un anno dopo la campagna è culminata nella Battaglia di Raqqa, che ha messo l’Sdf in totale controllo della città. Come risultato dei combattimenti e dei massicci attacchi aerei, la città fu completamente distrutta. Secondo le Nazioni Unite, la situazione umanitaria nella città rimane disastrosa.

Bodies of some 1,400 people killed by the Islamic State terrorist group (IS, outlawed in Russia) have been found in a mass grave in the Syrian city of Raqqa, the head of Damascus-based Syrian Human Rights Network told Sputnik on Wednesday. “The biggest mass grave with 1,400 bodies has been found in Panorama area in Raqqa. IS terrorists did it,” Kazem said. Most of the victims are those accused by IS militants of having ties with the Syrian government and armed forces, according to Kazem. Among them are women, children and military personnel. It is not the first such discovery in Raqqa, but it is the largest mass grave found in the city so far.

IS terrorists seized Raqqa in 2014 and proclaimed it their capital. The military campaign to recapture Raqqa was launched in June 2016 by the Kurdish-led Syrian Democratic Forces (SDF) backed by the US-led coalition. A year later, the campaign culminated in the Battle of Raqqa, which put the SDF in total control of the city. As a result of the fighting and massive airstrikes, the city was completely destroyed. According to the United Nations, the humanitarian situation in the city remains disastrous.

Notizie correlate