Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri

Arrestato in Germania il sospetto assassino di Viktoria Marinova

Il responsabile sarebbe il 21enne Severin Krasimirov. Il dna trovato sul luogo del crimine corrisponderebbe a quello prelevatogli dalla polizia tedesca
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino/Sputnik
di AGV - Agenzia Giornalistica il Velino/Sputnik

Il procuratore generale bulgaro Sotir Tsatsarov ha detto che un sospetto autore dell’omicidio della giornalista Viktoria Marinova è attualmente detenuto in Germania. La conferma è giunta dopo che la stampa locale aveva diffuso la notizia del fermo del giovane. Secondo quanto reso il campione del dna del sospetto è perfettamente compatibile con quelli rinvenuto sulla scena del crimine.

”Siamo riusciti a scoprire che l’uomo è fuggito dal paese lo scorso 7 ottobre. Dopo aver scoperto dove si trovava sono stati attivati i meccanismi internazionali che hanno portato al suo fermo in Germania”, ha detto Tsatsarov durante una conferenza stampa convocata a Sofia. Il procuratore generale ha poi aggiunto che il giovane, classe 1997, è Severin Krasimirov. L’accusa avanzata nei suoi confronti è di stupro e omicidio. Presto il giovane sarà processato in Germania per poi essere estradato in Bulgaria.

Krasimirov rischia una pena detentiva dai 10 ai 20 anni di carcere per lo stupro e di ulteriori 15-20 anni, o l’ergastolo, per l’omicidio della donna.

“Al momento non possiamo affermare che l’omicidio di Viktoria Marinova sia legato alla sua attività professionale e stiamo esaminando tutte le ipotesi investigative”, ha aggiunto Tsatsarov. Marinova, 30 anni, direttore amministrativo e conduttore dell’emittente regionale TVN, è stata violentata e uccisa sabato nella città settentrionale di Ruse, in Bulgaria. Le locali forze dell’ordine hanno detto subito che l’omicidio potrebbe essere collegato al suo lavoro investigativo: Recentemente la donna aveva reso noto lo scandalo legato all’appropriazione indebita di fondi dell’Unione europea.

Bulgarian Prosecutor General Sotir Tsatsarov confirmed on Wednesday that a suspect linked to the murder of Bulgarian journalist Viktoria Marinova had been detained in Germany.

 

On the night into Wednesday, Bulgarian media reported that the suspect had been detained in Germany after reportedly fleeing there in order to avoid criminal charges in Bulgaria. His DNA sample reportedly fully matched the DNA found on the crime scene.

“We managed to find that the man fled from the country [Bulgaria] on October 7. After his location was established, international mechanisms were involved, and then he was detained in Germany,” Tsatsarov said at a press conference.

He added that the detainee’s name was Severin Krasimirov and he was born in 1997.

Krasimirov has been charged with rape and murder in absentia. He will soon face trial in Germany before being extradited to Bulgaria.

Krasimirov may face from 10 to 20 years of imprisonment for the rape charge, and from 15 to 20 years of imprisonment, or a life sentence, for the deliberate murder committed with extreme atrocity charge, according to the prosecution.

“We currently cannot assert that the murder of Viktoria Marinova was committed over her professional activity, and we are examining all the versions,” Tsatsarov added.

Marinova, the 30-year-old administrative director and host of the regional broadcaster TVN, was raped and killed in the northern Bulgarian city of Ruse on Saturday. The Bulgarian law enforcement agencies said promptly after the murder that it might have been related to her investigative work, with the last issue she worked on being the scandal around theft of money from EU funds.

Notizie correlate