Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Calabria

Calabria, accordo Unical-Terina su agroalimentare

fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di NeC

“L’Università della Calabria e la Fondazione Terina hanno sottoscritto oggi un protocollo che servirà ad innalzare il livello della qualità dei controlli nell’ambito delle produzioni agroalimentari”. Lo comunica una nota dell’Università della Calabria. “Il rettore dell’Unical, Gino Mirocle Crisci e il presidente della Fondazione Terina, Gennarino Masi – aggiunge il comunicato – hanno stabilito che la Fondazione metterà a disposizione dell’Università tutte le strutture tecnologiche e le attrezzature di ricerca presenti nel proprio laboratorio, mentre l’Università collaborerà con le proprie competenze scientifiche, di ricerca e di formazione. Fondazione e Unical si sono impegnate a presentare progetti di ricerca congiunti, attività di studio, sperimentazione e dimostrazione, ad attivare tirocini e stage a favore di studenti e laureati”. “I risultati delle ricerche – è detto ancora nella nota – saranno messe a disposizione in primis delle imprese locali e poi di tutte quelle operanti nel territorio regionale e nazionale. Inoltre l’Unical si impegnerà a formare il personale tecnico individuato dalla Fondazione, che al termine del percorso sarà in grado di utilizzare la strumentazione presente nel laboratorio tecnologico”. “Il rettore Crisci, dopo la firma – prosegue – ha voluto visionare i laboratori e i macchinari, patrimonio della Fondazione”. “Con questo accordo – ha affermato al termine della visita il rettore – vogliamo sfruttare al massimo le potenzialità della Fondazione, utilizzando il know how dell’Università che, in collaborazione con il personale di Terina, rafforzerà la ricerca in tema agroalimentare e darà un nuovo impulso ai servizi svolti per conto delle imprese”. “L’università, inoltre – ha concluso – sarà particolarmente attiva anche con la presenza dei nostri dottorandi, che svolgeranno parte del loro internato presso la sede della Fondazione a Lamezia Terme”.