Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri

Europee, Salvini e Le Pen lanciano il “Fronte della libertà”

Per il vicepremier della Lega “Moscovici e Juncker sono i nemici dell’Europa”
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di red/ped

Matteo Salvini e Marine Le Pen lanciano a Roma il “Fronte della libertà”. L’obiettivo dell’intesa tra i due politici italiano e francese, presentata nella sede romana dell’Ugl in via delle Botteghe Oscure, una vittoria alle elezioni europee di maggio, per compiere “la rivoluzione del buonsenso”. “Condividiamo la stessa idea dell’Europa, dell’agricoltura, del lavoro, della lotta all’immigrazione – ha detto il ministro dell’Interno italiano -. E Siamo contro i nemici dell’Europa che sono Juncker e Moscovici, chiusi nel bunker di Bruxelles”. La leader della destra nazionalista francese ha spiegato che con Salvini, “non lottiamo contro l’Europa ma contro l’Unione europea per salvare l’Europa”. Per Le Pen “emergerà un’Europa delle nazioni, e riusciremo a portare in Europa nuovi valori, come quello della democrazia e del pacifismo, contro la mondializzazione e la globalizzazione selvaggia che hanno portato ad un massacro a livello sociale e hanno cancellato la dignità dell’uomo”.

Per Salvini le prossime elezioni europee rappresentano la “fine di un percorso della rivoluzione del buonsenso che inevitabilmente sta coinvolgendo tutta l’Europa”. Venendo ai rapporti tesi tra Roma e la Commissione europea in tema di manovra economica il vicepremier della Lega ha detto che “Non voglio pensare che a Bruxelles, Berlino o nelle sedi delle agenzie di rating siano pronte bocciature per motivi politici e non economici per bloccare il governo del cambiamento”. “Sessanta milioni di italiani – ha rposeguito Salvini – sono pronti a sostenere questo paese a prescindere dai richiami di Bruxelles. I cittadini votano al di là dei titoli dei giornali e dello spread. Io sono attento come vicepremier all’evoluzione dei mercati, ma il diritto al lavoro e alle pensioni viene prima”.

Notizie correlate