Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri

Corte sudcoreana condanna l’ex presidente Lee a 15 anni di carcere per corruzione

Dal momento che i capi d'accusa includevano la corruzione, vale a dire, da parte del National Intelligence Service del paese, appropriazione indebita e abuso di potere, l'accusa ha richiesto 20 anni di carcere per Lee
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino/Sputnik
di red/mal

Un tribunale nella capitale sudcoreana di Seul ha condannato l’ex presidente del paese, Lee Myung-bak, a 15 anni di carcere per molteplici accuse di corruzione. Lo hanno riferito i media locali. Secondo l’agenzia di stampa Yonhap, Lee dovrà anche pagare una multa di 13 miliardi di dollari (11,5 milioni di dollari). In aprile, Lee, che ha guidato la Corea del Sud dal 2008 al 2013, è stato accusato di 16 capi d’accusa di corruzione, di cui il tribunale lo ha giudicato colpevole di sette.

Dal momento che i capi d’accusa includevano la corruzione, vale a dire, da parte del National Intelligence Service del paese, appropriazione indebita e abuso di potere, l’accusa ha richiesto 20 anni di carcere per Lee.

Lee è il quarto ex presidente sudcoreano ad essere imprigionato. Chun Doo-hwan, che gestiva il paese tra il 1979 e il 1988, è stato condannato all’ergastolo nel 1996 per ammutinamento, corruzione e tradimento per poi essere perdonato dal presidente Kim Young-sam. Roh Tae-woo, che è stato presidente del paese tra il 1988 e il 1993, è stato condannato per le stesse accuse ed è stato condannato a 17 anni di carcere per essere anche lui successivamente perdonato, mentre il successore di Lee Park Geun-hye, che ha governato il paese dal 2013 al 2017, è stato condannato a 24 anni di carcere in aprile.

A court in the South Korean capital of Seoul sentenced the country’s former president, Lee Myung-bak, to 15 years in jail over multiple corruption charges on Friday, local media reported. According to the Yonhap news agency, Lee will also have to pay a 13 billion won ($11.5 million) fine. In April, Lee, who led South Korea from 2008 to 2013, was charged with 16 counts of corruption, of which the court found him guilty on seven. Since the counts included bribery, namely, from the country’s National Intelligence Service, embezzlement and abuse of power, the prosecution demanded 20 years in jail for Lee. Lee is the fourth former South Korean president to be imprisoned. Chun Doo-hwan, who ran the country between 1979 and 1988, was sentenced to life imprisonment in 1996 for mutiny, corruption and treason to be then pardoned by President Kim Young-sam. Roh Tae-woo, who served as the country’s president between 1988 and 1993, was convicted of the same charges and was sentenced to 17 years in jail to be pardoned as well, while Lee’s successor Park Geun-hye, who ruled the country from 2013 to 2017, was sentenced to 24 years in prison in April.

Notizie correlate