Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

Spread, M5s: Manovra del popolo rilancia economia, opportunità per investitori

fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

Con la manovra del popolo si mettono in campo politiche economiche fondamentali per il rilancio della domanda interna, eccessivamente penalizzata in questi anni. Verrà dato un forte sostegno ai consumi e agli investimenti, senza i quali non è possibile ipotizzare uno scenario di crescita economica solida. Verranno date risposte concrete a quanti sono stati truffati dalle banche, un segnale importante per risparmiatori e investitori. I timori dei mercati e le reazioni istintive sono del tutto comprensibili in un contesto di profondo cambiamento quale quello che vogliamo realizzare noi. Meno comprensibili sono le reazioni di certa stampa che ha gridato alla catastrofe, all’esplosione dello spread e al crollo del mercato. Lo spread ha chiuso oggi sui livelli di un paio di settimane fa. Questo perché la narrazione di certi mezzi d’informazione non sta in piedi ed è ben lontana dalla realtà. Siamo sicuri che quando i mercati vedranno che le politiche di questo Governo sono tutte incentrate sulla crescita e sul rilancio economico del Paese, capiranno che in questa manovra intelligente vi sono enormi opportunità e lo spread scenderà anche al di sotto dei livelli attuali. Non dimentichiamoci che già in precedenza Paesi come il Portogallo, a seguito di politiche di rilancio dell’economia, hanno sperimentato turbolenze anche maggiori sui propri titoli di stato. Oggi il Portogallo viene spesso citato dalla stessa stampa che vuole attaccarci come parametro per valutare il livello del nostro spread. Come i fatti di questi ultimi anni hanno dimostrato, solo attraverso una seria ripresa economica è infatti possibile intraprendere un percorso credibile di riduzione del rapporto debito/Pil, che è uno degli obiettivi della nostra politica economica” – a riferirlo sono i deputati M5S della Commissione Finanze della Camera.