Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica, Senato

Italia-Azerbaigian, Casellati: storici legami di amicizia mai spezzati

La presidente del Senato: Auspico una maggiore presenza delle imprese italiane in Azerbaigian
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di AGV - Agenzia Giornalistica il Velino

“Gli storici legami di amicizia tra i nostri paesi, che non si sono mai spezzati, possono e devono essere il fondamento di un rapporto privilegiato. Vi è un’oggettiva complementarietà tra le due nostre economie: l’Italia è il primo importatore di energia dall’Azerbaigian e vuole svolgere oggi un ruolo cruciale nello sviluppo del sistema economico del vostro paese accompagnandolo in uno sforzo di diversificazione e in particolare nello sviluppo di una maggior capacità di trasformazione degli idrocarburi”. Così il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, in occasione del Convegno “100° anniversario della proclamazione della Repubblica Democratica dell’Azerbaigian e rapporti di partenariato strategico tra la Repubblica dell’Azerbaigian e la Repubblica Italiana”. “Auspico in particolare una maggiore presenza delle imprese italiane in Azerbaigian, che pure hanno mostrato dinamismo e grandi capacità realizzative”. “Partecipando a Washington ad un evento legato alla Conferenza mondiale del gas ho avuto modo di ricordare quanto cruciale sia oggi lo sviluppo delle reti, di infrastrutture che permettano a paesi come l’Italia e più in generale all’Europa di diversificare i propri approvvigionamenti, aumentare la sicurezza delle forniture e ridurre i costi – dice la presidente del Senato -. In questa prospettiva il completamento degli investimenti nel corridoio meridionale – lo dicevo allora e lo ribadisco oggi a valle della visita di stato del signor Presidente della Repubblica a Baku – sono essenziali per assicurare uno sviluppo delle reti energetiche europee e ridurre la dipendenza da forniture tradizionali”.


Secondo Casellati “lo sviluppo di queste reti, oltre che uno strumento di sviluppo economico, è anche una fisica rappresentazione del legame che si deve rafforzare tra i nostri due paesi. Un legame economico, ma anche e soprattutto culturale. Trovo straordinario lo scambio che vi è tra i nostri giovani e l’interesse reciproco che si sta sviluppando sempre di più tra le nostre università e gli istituti di cultura. Le sfide alla sicurezza e allo sviluppo rappresentate in particolare dal terrorismo e dall’estremismo vedono nel dialogo e nel rafforzamento dei rapporti tra i nostri paesi e tra i nostri popoli un argine che giudico molto importante. Ponte tra est e ovest, partner essenziale dell’Unione europea, storico amico dell’Italia, l’Azerbaigian, forte della sua tradizione laica, multietnica e multireligiosa può e deve svolgere un ruolo da protagonista”.

Notizie correlate