Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Economia, Giochi

Da regione Veneto pronta legge regionale a contrasto ludopatia

Si prevedono distanze minime dei ‘punti gioco’ dai luoghi di aggregazione sociale, lo stop alle aperture ininterrotte delle sale e stop pubblicità
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di esp

Aumenta il gioco d’azzardo nella regione Veneto, posizionandola al quinto posto in Italia e al terzo per slot e volt e asp. Ma è pronta una legge regionale, varata lo scorso anno, deputata alla prevenzione e al contrasto della ludopatia. Messa a puntoin collaborazione con le Ulss, i Serd e le associazioni del territorio, prevede uno stanziamento di 5,3 milioni di euro (di cui circa 4 provenienti dal Fondo nazionale di contrasto al gioco patologico) per sostenere campagne di sensibilizzazione, la formazione degli operatori, interventi di cura ed esperienze di mutuo-auto-aiuto.

Ed è proprio in questi giorni – poco prima della diffusione dei dati dai Monopoli di Stato, che la regione ha approvato un disegno di legge, inviato al Consiglio regionale per la sua approvazione definitiva, al fine di sostenere l’iniziativa degli enti territoriali, dei servizi sociosanitari e delle agenzie educative negli interventi di prevenzione e contrasto. Si tratta di 15 articoli della legge-quadro proposta dalla Giunta in cui si prevedono distanze minime dei ‘punti gioco’ dai luoghi di aggregazione sociale (300 metri nei comuni più piccoli, 500 in quelli con oltre 5 mila abitanti), lo stop alle aperture ininterrotte delle sale gioco e stop pubblicità di vincite, Ma anche l’obbligo di vetrine trasparenti per le sale e le agenzie di scommesse, Irap maggiorata dello 0,92 per cento per gli esercenti che ospitano slot e apparecchiature da gioco.

Notizie correlate