Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Calabria

Calabria, Ortopedia Locri; sindaco: commissariare Asp

fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di NeC

Il direttore sanitario aziendale Pasquale Mesiti “mente sapendo di mentire e rischia di raggiungere lo stesso livello di menzogne dei suoi amici Brancati e Scura”. È quanto sostiene il sindaco di Locri Giovanni Calabrese in un comunicato sulla vicenda dello stop ai ricoveri nel reparto di Ortopedia dell’ospedale della Locride. “Non è negando l’evidente situazione drammatica dell’ospedale, che in più occasioni abbiamo denunciato, che si risolve il grave e angoscioso problema dell’ospedale della Locride. Che il servizio di Ortopedia sia stato interrotto per mancanza di personale ed i pazienti in entrata, compreso il paziente da sottoporre ad intervento già ricoverato siano stati dirottati su Polistena, lo dicono – prosegue Calabrese – i documenti ufficiali della direzione sanitaria ospedaliera. Pertanto, quanto accaduto è tutto vero e non può essere smentito”.
Il sindaco poi annuncia che nell’incontro convocato d’urgenza per il 14 agosto chiederà formalmente al prefetto di Reggio Calabria di “intercedere presso il ministro della Salute, on. Giulia Grillo, per il commissariamento immediato dell’Azienda sanitaria provinciale e per la contestuale rimozione dall’incarico della Direzione sanitaria ospedaliera dell’ospedale di Locri”.


“Sono purtroppo numerosi – aggiunge Calabrese – i presunti casi di malasanità denunciati a seguito di morti successive al ricovero presso il nosocomio locrideo e ci sono altri casi che i familiari dei deceduti hanno preferito non denunciare. Tutto ciò è inaccettabile per la Locride, per l’Italia, per la Comunità europea. Non esiste alcuna giustificazione ai continui soprusi perpetrati nella gestione dell’Azienda sanitaria. Non è più corretto che siano i cittadini a pagare sulla propria pelle e spesso con la vita i guasti causati da soggetti non adeguati, per come acclarato i questi anni, a gestire la sanità pubblica e l’ospedale di Locri”.
In attesa del “Sanità Day, che abbiamo previsto per il prossimo 29 settembre”, il sindaco di Locri manifesta la volontà di continuare “a dare battaglia per difendere, per nome e per conto dei cittadini della Locride, il sacrosanto diritto alla sanità pubblica sancito dall’articolo 32 della Costituzione italiana”.

Notizie correlate