Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri

Sanzioni Usa contro la Russia, Mosca attende risposte da Washington

Le autorità russe considerano illegittime le nuove misure annunciate dall'amministrazione Trump. Una decisione scaturita per il presunto coinvolgimento di uomini legati al governo Putin nell'attacco chimico a Salisbury
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino/Sputnik
di ppl

Mosca ritiene che le nuove sanzioni contro la Russia introdotte da Washington legate al presunto coinvolgimento della Russia nell’attacco di Salisbury siano illegittime e inaccettabili, ma il Cremlino sta attendendo la risposta in attesa delle dichiarazioni ufficiali di Washington che chiarirebbero la decisione.

Mercoledì, l’amministrazione statunitense ha annunciato nuove sanzioni contro la Russia per il presunto uso di armi chimiche a Salisbury all’inizio di quest’anno. Secondo il racconto dei giornali, il primo pacchetto di sanzioni implicherebbe un divieto totale all’esportazione di dispositivi elettronici e componenti a duplice uso in Russia, il secondo pacchetto potrebbe includere una diminuzione del livello delle relazioni diplomatiche, un divieto di voli del vettore russo Aeroflot verso il Stati Uniti e sospensione quasi completa delle esportazioni statunitensi. Il blocco di sanzioni dovrebbe entrare in vigore intorno al 22 agosto, secondo il dipartimento di Stato degli Stati Uniti.

La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha detto che Mosca considera le ultime sanzioni statunitensi come un’altra mossa ostile di Washington basata su accuse infondate e ciniche e preparerà una risposta adeguata.

Il 4 marzo, l’ex spia russa Sergei Skripal e sua figlia Yulia sono stati trovati svenuti su una panchina in un centro commerciale a Salisbury. Il Regno Unito e i suoi alleati hanno accusato Mosca di aver orchestrato l’attacco con quello che gli esperti britannici affermano essere l’agente nervoso A234, senza presentare alcuna prova. Le autorità russe hanno fortemente respinto le accuse come infondate. Sia Sergei che Yulia furono in seguito dimessi dall’ospedale.

Moscow considers Washington’s new anti-Russia sanctions introduced in connection with Russia’s alleged involvement in the Salisbury attack to be unlawful and unacceptable, but the Kremlin is holding off its response in anticipation of Washington’s official statements that would clarify the move.

On Wednesday, the US administration announced new sanctions against Russia over the latter’s alleged use of chemical weapons in Salisbury earlier this year. According to media reports, the first package implies a complete ban on the export of electronic devices and dual-use components to Russia, the second package may include a decrease in the level of diplomatic relations, a ban on flights of Russia’s Aeroflot carrier to the United States and almost complete suspension of US exports. The first wave of sanctions is expected to take effect on or around August 22, according to the US State Department.

Russian Foreign Ministry’s spokeswoman Maria Zakharova said Thursday that Moscow considers the latest US sanctions as another unfriendly move by Washington based on groundless and cynical accusations, and will prepare an adequate response.

On March 4, former Russian spy Sergei Skripal and his daughter Yulia were found unconscious on a bench at a shopping center in Salisbury. The United Kingdom and its allies have accused Moscow of having orchestrated the attack with what UK experts claim was the A234 nerve agent, without presenting any evidence. Russian authorities have strongly refuted the allegations as groundless. Both Sergei and Yulia were later discharged from hospital.

Notizie correlate