Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Campania, Cronaca

Polisportiva Sant’Antimo: “Da imprenditori affrontiamo le vicende amministrative e giudiziarie con serenità”

Le precisazioni dopo la pronuncia del Consiglio di Stato
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione Campania

“Quanto è stato riferito rispetto alla pronuncia del Consiglio di Stato è scorretto perché si tratta intanto di una misura transitoria mentre quella di merito sarà emessa a novembre prossimo”. Questa la precisazione della Polisportiva di Sant’Antimo. “Inoltre, contrariamente a quanto riportato da altri, questa Società non è mai stata destinataria di fondi pubblici ma ha sempre contato sulle proprie forze, sulle proprie risorse oltre che su un mutuo – si legge in una nota – Esposizioni per le quali, questa Società, già prima della rescissione unilaterale del contratto da parte del Comune, si è impegnata in un Piano di Ristrutturazione finanziaria sul quale sono state poste garanzie finanziarie e patrimoniali dei soci e della Società. In questo senso l’utilizzo di termini come ‘maltolto’, oltre a palesare la chiara volontà di acquisire il bene tout court, calpestando i nostri investimenti e 20 anni di lavoro, appare oltre che ingiustificato, gravemente lesivo della nostra dignità. La nostra Società, che orgogliosamente considera quanto costruito in questi venti anni di proprietà del Comune e quindi patrimonio della comunità santantimese, non ha ricevuto dall’amministrazione alcuna indicazione di merito, neppure informale, su come garantire la prosecuzione dei servizi ai cittadini. In quanto imprenditori – concludono dalla Polisportiva – intendiamo ovviamente restare fuori da qualsiasi agone o rissa politica e continueremo ad affrontare le vicende amministrative e giudiziarie con serenità, attenzione e correttezza, mantenendo principalmente lo sguardo su due unici obiettivi che riteniamo doverosi: l’interesse della comunità alla quale ci onoriamo di appartenere, e quindi alla prosecuzione dei servizi, e nel contempo, la tutela dei nostri investimenti”.