Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri

Conte a Trump: «Aperti al dialogo con Mosca. Ma le sanzioni restino»

Il premier italiano durante la conferenza stampa congiunta con il presidente degli Usa ha parlato della posizione del governo sulla Russia
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino/Sputinik
di ppl

Roma è aperta ad avere un dialogo con Mosca, ma ritiene impossibile eliminare immediatamente le sanzioni contro il Paese, ha detto il primo ministro italiano Giuseppe Conte lunedì durante la conferenza stampa congiunta con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. “Siamo aperti al dialogo con la Russia. Riteniamo che la Russia svolga un ruolo fondamentale in tutte le crisi geopolitiche internazionali “, ha affermato Conte. “Per quanto riguarda il sistema di sanzioni … il sistema deriva dagli accordi di Minsk … è collegato all’attuazione degli accordi di Minsk, quindi è chiaro che oggi è impensabile eliminare tali sanzioni”. Conte ha sottolineato che la posizione del governo italiano è quella di assicurarsi che le sanzioni non riguardino i cittadini ordinari o le piccole e medie imprese russe.

Il nuovo governo italiano – una coalizione che comprende il Movimento Cinque Stelle anti-establishment (M5S) e il partito “euroscettico” della Lega guidato da Salvini – si è espresso più volte a favore dell’abolizione delle sanzioni anti-Russia. Tuttavia, il 5 luglio il Consiglio europeo ha deciso di estendere le misure restrittive contro Mosca, introdotte dopo l’annessione della Crimea da parte della Russia e il presunto coinvolgimento di quest’ultimo Paese nel conflitto in Ucraina, per altri sei mesi fino al 31 gennaio 2019.

Rome is open to having a dialogue with Moscow but considers it impossible to lift sanctions against the country immediately, Italian Prime Minister Giuseppe Conte said on Monday during a joint press conference with US President Donald Trump. “We are open to dialogue with Russia. We believe that Russia plays a fundamental role in all international geopolitical crises,” Conte said. ”As far as the sanctions system is concerned … the system stemming from the Minsk agreements… is connected to the implementation of the Minsk agreements, so it is clear that it is unthinkable today to lift overnight those sanctions.” Conte stressed that the position of the Italian government is to make sure that the sanctions do not affect ordinary citizens or small- and medium-sized enterprises in Russia.

The new Italian government, a coalition comprising the anti-establishment Five Star Movement (M5S) and the Eurosceptic Lega party, led by Salvini, has consistently spoken in favor of lifting anti-Russia sanctions. Nevertheless, the European Council decided on July 5 to extend restrictive measures against Moscow, introduced over Crimea’s reunification with Russia and the latter’s alleged involvement in the Ukraine conflict, for another six months until January 31, 2019.

Notizie correlate