Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri

Commissione costituzionale per la Siria, de Mistura: «A settembre vertici preparatori»

L'inviato speciale delle Nazioni Unite per il Paese Medio Orientale terrà colloqui formali con i rappresentati dei tre Stati garanti del cessate il fuoco
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino/Sputinik
di ppl

L’inviato speciale delle Nazioni Unite per la Siria, Staffan de Mistura, terrà colloqui formali con i rappresentanti dei tre Stati garanti del cessate il fuoco – Russia, Turchia e Iran – per iniziare a organizzare per i primi di settembre a Ginevra la commissione costituzionale siriana, è detto nella dichiarazione rilasciata martedì dal suo ufficio. “L’inviato speciale auspica di tenere consultazioni formali con la Repubblica islamica dell’Iran, la Federazione russa e la Repubblica di Turchia, molto presto a settembre a Ginevra, per iniziare a organizzare la commissione costituzionale”, si legge nella dichiarazione. Il documento ha aggiunto che l’inviato speciale delle Nazioni Unite ha intrattenuto discussioni fruttuose con gli Stati garanti della composizione e del funzionamento della futura commissione costituzionale.

”L’incontro ha visto scambi utili sulla composizione della commissione costituzionale, in linea con i criteri indicati nella risoluzione 2254 (2015) e nella Dichiarazione finale di Sochi, nonché in una serie di altre questioni relative all’istituzione e al funzionamento di un comitato costituzionale “, si legge nella dichiarazione.

Special Envoy for Syria Staffan de Mistura will hold formal talks with representatives of the three ceasefire guarantor states — Russia, Turkey and Iran — to begin finalizing Syria’s constitutional commission in early September in Geneva, the statement, released by his office on Tuesday, said. “The Special Envoy looks forward to holding formal consultations with the Islamic Republic of Iran, the Russian Federation and the Republic of Turkey, very early in September in Geneva, in order to begin to finalise the constitutional committee,” the statement read. The document added that the UN special envoy had held fruitful discussions with the guarantor states on the composition and functioning of the future constitutional commission.

”The meeting saw useful exchanges on the composition of the constitutional committee, in line with the criteria outlined in resolution 2254 (2015) and the Sochi Final Statement, as well as a range of other issues related to the establishment and functioning of a constitutional committee,” the statement read.

Notizie correlate