Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica, Cdm

Consiglio dei ministri, riorganizzazione ministero Interno e scioglimento comune di Vittoria. Le nomine Rai e Arera

Stefano Bessegnini nominato presidente di Arera
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di esp

Chiuso il Consiglio dei Ministri del 27 luglio. Nel corso del tavolo sono stati designati l’Ad e il presidente Rai rispettivamente FAbrizio Salini e Marcello Foa. Inoltre il ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha deliberato l’avvio delle nomine Arera, scegliendo Stefano Bessegnini come nuovo presidente. Poi ratifiche degli accordi e le leggi regionali, la rioraganizzazione parziale del ministero dell’Interno e lo scioglimento per mafia del comune di Vittoria.

Ecco, nel dettaglio, quanto riportato dalla nota di Palazzo Chigi:

Ratifica ed esecuzione dell’Accordo relativo alla protezione dell’ambiente marino e costiero di una zona del Mare Mediterraneo (Accordo RAMOGE), tra Italia, Francia e Principato di Monaco, firmato a Monaco il 10 maggio 1976 ed emendato a Monaco il 27 novembre 2003 L’Accordo ha la finalita’ di tutelare l’ambiente marino e costiero e la relativa biodiversita’, quale componente essenziale del patrimonio naturale del Mediterraneo. La modifica del 2003 ha esteso la zona da salvaguardare, costituita dalle acque del mare territoriale e dalle acque interne che costeggiano il litorale continentale di sovranita’ dei tre Stati contraenti, dal litorale continentale e dalle isole situate entro i limiti del mare territoriale.

Ratifica ed esecuzione dell’Accordo bilaterale tra la Repubblica italiana e la Bosnia ed Erzegovina aggiuntivo alla convenzione europea di estradizione del 13 dicembre 1957, inteso ad ampliarne e facilitarne l’applicazione, fatto a Roma il 19 giugno 2015 (Ministero della giustizia co-proponente) L’Accordo e’ volto ad ampliare e facilitare l’applicazione della Convenzione europea di estradizione del 1957 con la Bosnia ed Erzegovina. In particolare per la prima volta la Bosnia ed Erzegovina riconoscono l’estradizione dei propri cittadini.

Ratifica ed esecuzione dei seguenti Accordi: A) Accordo bilaterale aggiuntivo tra la Repubblica italiana e la Repubblica di Macedonia alla Convenzione europea di estradizione del 13 dicembre 1957, inteso ad ampliarne e facilitarne l’applicazione, fatto a Skopje il 25 luglio 2016; B) Accordo bilaterale aggiuntivo tra la Repubblica italiana e la Repubblica di Macedonia alla Convenzione europea di assistenza giudiziaria in materia penale del 20 aprile 1959 inteso a facilitarne l’applicazione, fatto a Skopje il 25 luglio 2016 (Ministero della giustizia co-proponente) L’Accordo e’ volto ad ampliare e facilitare l’applicazione della Convenzione europea di estradizione del 1957 con la Repubblica di Macedonia

Ratifica ed esecuzione della Convenzione del Consiglio d’Europa contro il traffico di organi umani, fatta a Santiago de Compostela il 25 marzo 2015, nonche’ norme di adeguamento dell’ordinamento interno La Convenzione del Consiglio d’Europa contro il traffico di organi umani si propone di prevenire e contrastare il fenomeno, stabilendo l’obbligo per le Parti contraenti di adottare misure legislative o di altra natura necessarie ad introdurre nell’ordinamento nazionale una serie di fattispecie penali legate al traffico di organi umani e a rafforzare le misure di prevenzione del traffico di organi umani e di protezione delle vittime.

Ratifica ed esecuzione del Protocollo addizionale di Nagoya – Kuala Lumpur, in materia di responsabilita’ e risarcimenti al Protocollo di Cartagena sulla biosicurezza, fatto a Nagoya il 15 ottobre 2010 (Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare co-proponente) Il Protocollo addizionale di Nagoya-Kuala Lumpur ha la funzione di prevenire i possibili danni derivanti dall’utilizzo dei prodotti ottenuti con le moderne biotecnologie e, al tempo stesso, la funzione di accrescere la fiducia nel loro sviluppo ed applicazione. Il protocollo stabilisce misure di risposta e regole per il risarcimento nel caso in cui la diversita’ biologica subisca o abbia probabilita’ di subire un danno da un organismo vivente modificato.

Ratifica ed esecuzione dei seguenti Protocolli: A) protocollo n. 15 recante emendamento alla Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle liberta’ fondamentali, fatto a Strasburgo il 24 giugno 2013; B) protocollo n. 16 recante emendamento alla Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle liberta’ fondamentali, fatto a Strasburgo il 2 ottobre 2013 (Ministero della giustizia co-proponente) Il testo modifica le norme vigenti nell’ordinamento interno per dare piena esecuzione a due Protocolli emendativi della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle liberta’ fondamentali. Si prevede, in particolare, la possibilita’ che il giudice nazionale sospenda il processo in corso nel caso in cui le piu’ alte giurisdizioni presentino una richiesta di parere alla Grande Camera della Corte europea dei diritti dell’uomo.

Ratifica ed esecuzione dell’Accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo del Giappone concernente il trasferimento di equipaggiamenti e di tecnologia di difesa, fatto a Tokyo il 22 maggio 2017 (Ministero della difesa co-proponente) L’Accordo mira a intensificare i rapporti a livello tecnico-industriale con il Giappone. La sua sottoscrizione consentira’ un piu’ efficace sostegno agli interessi delle industrie nazionali di difesa, facilitando la costituzione di partenariati industriali, nel rigoroso rispetto dei principi, delle norme e delle procedure in materia di materiali d’armamento.

RIORGANIZZAZIONE PARZIALE DEL MINISTERO DELL’INTERNO

Modifiche al decreto del Presidente della Repubblica del 7 settembre 2001, n. 398, recante l’organizzazione degli uffici centrali di livello dirigenziale generale del Ministero dell’interno (decreto del Presidente della Repubblica – esame definitivo) Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’interno Matteo Salvini, ha approvato, in esame definitivo, un regolamento sulla parziale riorganizzazione interna di alcuni uffici Dicastero. L’intervento e’ volto ad apportare alcune circoscritte modifiche all’assetto del Dipartimento della pubblica sicurezza. Tali modifiche costituiscono una parte del piu’ complessivo ridisegno della struttura ministeriale che dovra’ essere realizzata entro il 31 dicembre 2018.

INFORMATIVE

I Ministri dell’economia e delle finanze, Giovanni Tria, e delle infrastrutture e dei trasporti, Danilo Toninelli, hanno svolto una informativa congiunta sull’applicazione dell’articolo 6 della legge 15 luglio 2002, n.145 al Consiglio di amministrazione di Ferrovie dello Stato Italiane S.p.a.

SCIOGLIMENTO DI CONSIGLI COMUNALI Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’interno Matteo Salvini, a norma dell’articolo 143 del Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali (TUEL), ha deliberato lo scioglimento del Consiglio comunale di Vittoria (Ragusa), in ragione delle riscontrate ingerenze da parte della criminalita’ organizzata

NOMINE

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dello sviluppo economico Luigi Di Maio, d’intesa con il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare Sergio Costa, ha deliberato l’avvio della procedura per la nomina dei componenti dell’Autorita’ di regolazione per energia, reti e ambiente (ARERA), indicando: – Stefano BESSEGHINI (Presidente); – Gianni CASTELLI; – Andrea GUERRINI; – Clara POLETTI; – Stefano SAGLIA. Le proposte di nomina verranno quindi trasmesse alle Camere per l’espressione, da parte delle Commissioni competenti, del previsto parere.

Inoltre, il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze Giovanni Tria, in ottemperanza alle disposizioni di legge e allo statuto della Rai – Radiotelevisione Italiana S.p.a, a completamento delle designazioni gia’ effettuate dal Parlamento e dall’azienda, ha designato quali componenti del nuovo Consiglio di amministrazione il dott. Marcello FOA e il dott. Fabrizio SALINI, indicando quest’ultimo per la carica di amministratore delegato

DELIBERAZIONI AMMINISTRATIVE

Il Consiglio dei ministri, riscontrato che non ne sussistono le condizioni, a norma dell’articolo 5, della legge 23 agosto 1988, n. 400, ha deliberato di non autorizzare la prosecuzione del procedimento di valutazione di impatto ambientale del progetto di impianto solare termodinamico da 55MW denominato ‘Flumini Mannu’, e delle opere connesse, da realizzarsi nei comuni di Villasor (CA) e Decimoputzu (CA).

LEGGI REGIONALI

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Erika Stefani, ha esaminato ventitre’ leggi delle Regioni e delle Province Autonome e ha quindi deliberato di non impugnare: 1. la legge della Regione Lazio n. 3 del 04/06/2018, recante ‘Legge di Stabilita’ Regionale 2018′; 2. la legge della Regione Lazio n. 4 del 04/06/2018, recante ‘Bilancio di previsione finanziario della Regione Lazio 2018-2020’; 3. la legge della Regione Toscana n. 25 del 25/05/2018, recante ‘Disposizioni in materia di valutazioni ambientali in attuazione del decreto legislativo 16 giugno 2017, n. 104. Modifiche alla l.r. 10/2010 e alla l.r. 46/2013’; 4. la legge della Regione Liguria n. 3 del 29/05/2018, recante ‘Disposizioni in materia di criteri di nomina degli scrutatori elettorali’; 5. la legge della Regione Liguria n. 4 del 29/05/2018, recante ‘Modifica alla legge regionale 20 dicembre 2012, n. 49 (Disposizioni di adeguamento alla normativa nazionale in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio ed in materia di controlli contabili)’; 6. la legge della Regione Liguria n. 5 del 29/05/2018, recante ‘Modifiche alla legge regionale 28 dicembre 2017, n. 29 (Disposizioni collegate alla legge di stabilita’ per l’anno 2018) e altre disposizioni di adeguamento’; 7. la legge della Regione Marche n. 17 del 05/06/2018, recante ‘Modifiche alla legge regionale 12 marzo 2018, n. 3 ‘Istituzione del servizio civile volontario degli anziani”; 8. la legge della Regione Marche n. 18 del 05/06/2018, recante ‘Modifica alla legge regionale 16 febbraio 2015, n. 4 ‘Nuove norme in materia di servizio farmaceutico”; 9. la legge della Regione Marche n. 19 del 05/06/2018, recante ‘Modifiche alla legge regionale 7 aprile 2017, n. 13 ‘Interventi urgenti per assicurare la continuita’ del servizio di trasporto aereo nella regione Marche’; 10. la legge della Regione Marche n. 20 del 05/06/2018, recante ‘Modifica alla legge regionale 20 gennaio 1997, n. 10: ‘Norme in materia di animali da affezione e prevenzione del randagismo’ e abrogazione della legge regionale 3 aprile 2018, n. 6: ‘Modifica alla legge regionale 20 gennaio 1997, n. 10 ‘Norme in materia di animali da affezione e prevenzione del randagismo’ e alla legge regionale 18 dicembre 2017, n. 36 ‘Modifiche alla legge regionale 20 gennaio 1997, n. 10 ‘Norme in materia di animali da affezione e prevenzione del randagismo”’; 11. la legge della Regione Calabria n. 15 del 07/06/2018, recante ‘Disciplina regionale dei servizi di polizia locale’; 12. la legge della Regione Emilia Romagna n. 7 del 08/06/2018, recante ‘Modifiche ed integrazioni alla legge Regionale 19 dicembre 2016, n. 24 (misure di contrasto alla poverta’ e sostegno al reddito)’; 13. la legge della Regione Toscana n. 26 del 30/05/2018, recante ‘Esercizio dell’attivita’ di acquacoltura in mare. Modifiche alla l.r. 66/2005′

La legge della Regione Toscana n. 27 del 30/05/2018, recante ‘Prevenzione della ludopatia. Modifiche alla l.r. 57/2013’; 15. la legge della Regione Toscana n. 28 del 08/06/2018, recante ‘Agenzia regionale toscana per l’impiego (ARTI). Modifiche alla l.r. 32/2002. Disposizioni di riordino del mercato del lavoro’; 16. la legge della Regione Sardegna n. 17 del 12/06/2018, recante ‘Disposizioni urgenti in materia di continuita’ territoriale marittima tra la Sardegna e la Corsica.’; 17. la legge della Regione Sardegna n. 18 del 12/06/2018, recante ‘Contributi per il trasporto delle persone con disabilita’. Modifica alla legge regionale n. 1 del 2018′; 18. la legge della Regione Sardegna n. 19 del 12/06/2018, recante ‘Misure in favore dei lavoratori ex SAREMAR’; 19. la legge della Regione Puglia n. 19 dell’ 11/06/2018, recante ‘Variazione al bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2018 e pluriennale 2018-2020, approvato con legge regionale 29 dicembre 2017, n. 68 (Bilancio di previsione della Regione Puglia per l’esercizio finanziario 2018 e pluriennale 2018 – 2020)’; 20. la legge della Regione Puglia n. 20 dell’ 11/06/2018, recante ‘Variazione al bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2018 e pluriennale 2018-2020 approvato con legge regionale 29 dicembre 2017, n. 68 (Bilancio di previsione della Regione Puglia per l’esercizio finanziario 2018 e pluriennale 2018-2020) e modifica alla legge regionale 3 febbraio 2017, n. 1 (Norme straordinarie in materia di consorzi di bonifica commissariati; 21. la legge della Regione Puglia n. 21 dell’ 11/06/2018, recante ‘Modifica all’articolo 61 della legge regionale 29 dicembre 2017, n. 67 (Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2018 e bilancio pluriennale 2018-2020 della Regione Puglia (legge di stabilita’ regionale 2018))’; 22. la legge della Regione Puglia n. 23 dell’ 11/06/2018, recante ‘Modifiche e integrazioni alla legge regionale 5 febbraio 2013, n. 4 (Testo unico delle disposizioni legislative in materia di demanio armentizio e beni della soppressa Opera nazionale combattenti)’; 23. la legge della Regione Puglia n. 24 dell’ 11/06/2018, recante ‘Interventi per la promozione del turismo culturale sul territorio regionale in occasione dell’evento ‘Matera capitale europea della cultura 2019”.

 

Notizie correlate