Accedi

Calabria

Calabria, Oliverio: “Strada imboccata è quella giusta”

Calabria, Oliverio: “Strada imboccata è quella giusta”
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di NeC

“Si è svolto ieri sera, presso la sala consiliare del Comune di Caloveto, un partecipato incontro-dibattito su tematiche importanti quali i servizi socio-sanitari, la Rsa di Caloveto, il progetto strategico per la valorizzazione dei borghi della Calabria, la crescita e lo sviluppo del territorio”. È quanto riferisce una nota dell’ufficio stampa della giunta regionale. “All’incontro sono intervenuti i consiglieri regionali Giuseppe Giudiceandrea, Mimmo Bevacqua, il presidente della giunta regionale Mario Oliverio – è detto nel comunicato – numerosi sindaci del Basso Jonio cosentino e tanti cittadini. Il primo cittadino di Caloveto, Umberto Mazza, introducendo i lavori del convegno ha ripercorso le vicissitudini che hanno caratterizzato la gestione della Residenza sanitaria assistenziale (Rsa) di Caloveto, ‘nella quale – ha detto – l’amministrazione comunale, sin dal 2014, non ha mai smesso, di credere e sperare e su cui finalmente è stata scritta la parola “fine” con la deliberazione assunta dall’Asp di Cosenza che ne consente la riapertura”. “Mazza – si legge ancora nella nota – ha colto anche l’occasione per rivolgere un particolare ringraziamento al presidente della Regione ‘che non ha mai smesso di starci vicino’, al direttore generale dell’Asp di Cosenza Raffaele Mauro e a quanti, soprattutto ai sindaci del territorio che, in questi anni, hanno creduto nella funzione di una struttura che, con i suoi 60 posti, potrà tornare ad essere punto di riferimento nell’erogazione dei servizi e delle prestazioni sanitarie per le persone anziane, fonte di occupazione per diverse famiglie e risorsa economica per l’intero territorio della Sila Greca-del basso jonio cosentino e dell’alto crotonese”.

“All’intervento del sindaco di Caloveto – prosegue la nota – è seguito quello del consigliere regionale Bevacqua che ha evidenziato una serie di investimenti messi in campo in questi anni dal governo regionale a favore di quest’area della Calabria che, in passato, è stata spesso trascurata e abbandonata a se stessa”. “Mai – ha detto Bevacqua- è stato svolto un lavoro così importante per la promozione e lo sviluppo di questo territorio”. “Sono seguiti una serie di interventi dei sindaci dei comuni del Basso Jonio cosentino – ahhiunge ancora il comunicato della giunta – che, dopo aver dato atto al presidente Oliverio e alla Giunta regionale di aver ridato credibilità alla Calabria, hanno evidenziato la necessità di portare a termine il lavoro iniziato. Prima dell’intervento conclusivo del presidente della Giunta regionale, ha preso la parola il consigliere regionale Giudiceandrea”. “La narrazione di ciò che abbiamo fatto – ha detto, tra l’altro il consigliere regionale – ora, però, non basta più. E’ tempo di dire cosa vogliamo fare per il futuro e noi consiglieri regionali dovremo essere i megafoni, gli amplificatori dei progetti che vogliamo mettere in campo per dare continuità e concretezza alla crescita della nostra terra”. “I lavori sono stati conclusi dal presidente Oliverio – è scritto ancora nella nota – che ha evidenziato gli sforzi compiuti in questi anni per recuperare i pesanti ritardi e per togliere la nostra regione da una condizione di marginalità e abbandono in cui era stata costretta per un lungo periodo di tempo”.

“Abbiamo fatto – ha detto Oliverio – solo il nostro dovere. Chiaramente non avevamo la bacchetta magica e non siamo ‘ancora’ in grado di fare miracoli”. “Sappiamo che c’è ancora tantissimo da fare – ha aggiunto il governatore – e non risparmieremo impegno ed energie per portare a termine il nostro lavoro. In questi anni abbiamo programmato risorse importanti che stanno entrando nel vivo dell’economia e della società calabrese. L’ultimo investimento di 100 milioni di euro destinato alla valorizzazione dei borghi e al miglioramento dell’offerta turistica regionale è una scommessa che dobbiamo assolutamente vincere insieme ai sindaci e ai cittadini calabresi che devono diventare i veri protagonisti, i soggetti-attuatori di una stagione di cambiamento e di crescita”. “Quando si semina bene – ha proseguito Oliverio – prima o poi arriva il raccolto che sarà copioso e abbondante se, insieme, remeremo verso la stessa direzione. Alcuni risultati sono sotto i nostri occhi, altri si concretizzeranno nel medio e nel lungo periodo. Tutti gli indicatori evidenziano, comunque, una netta inversione di tendenza positiva in diversi settori della vita della nostra regione. Ciò conferma che la direzione imboccata è quella giusta”. “Questa – ha concluso Oliverio- è la strada che dobbiamo continuare a percorrere, nonostante le difficoltà e gli ostacoli che quotidianamente siamo costretti ad affrontare e superare. Nonostante l’azione di un genio guastatori e di ‘fuoco amico’ che quotidianamente tentano, in tutti i modi e con mille menzogne, di sollevare polveroni e ostacolare il nostro cammino”.

Notizie correlate