Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Campania, Politica

Consulta regionale, Cirillo (M5S): “La maggioranza ha bocciato nostro emendamento che comportava risparmio economico”

Il pentastellato: "Norma di buonsenso prevedeva pagamento su pareri espressi e non mensile"
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione Campania

“Abbiamo cercato di ottimizzare le risorse della regione Campania, ma la maggioranza ha avallato 270mila euro l’anno di spesa per la Consulta di garanzia”. Così il consigliere regionale campano del M5S Luigi Cirillo dopo il via libera alla costituzione della Consulta di garanzia. “Andiamo a pagare a stipendio mensile chi andrà a comporre la Consulta e questo significa pagare anche quando in un mese non produce nulla – aggiunge – Noi avevamo fatto un emendamento con cui si stabiliva che quando la consulta produce un parere allora la paghiamo, se c’è un servizio per il consiglio andiamo a corrispondere adeguato consenso, altrimenti no, è una norma di buonsenso una norma che serviva a spendere soldi pubblici in maniera diversa. Ma loro nulla, hanno voluto far corrispondere un assegno mensile pari al 60 per cento di quello di un consigliere regionale. Con la nostra norma – conclude Cirillo – saremmo arrivati a 50-60mila euro anni. Con la loro legge pagheremo anche quando non si produrrà niente. De Luca e la maggioranza in silenzio hanno detto no al nostro emendamento”