Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Lazio/RomaCapitale

Trasporti, RomaNuova: “Perché i pullman Cotral non hanno le cinture di sicurezza?”

“Sono stati multati e la questione è finita davanti al giudice. Un paradosso: i bus dell’Atac, vecchi di 15 anni, che effettuano lunghi percorsi, ne sono dotati”
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

“Lascia interdetti la scelta della Regione Lazio di rinnovare il parco mezzi Cotral, acquistando centinaia di pullman senza cinture di sicurezza. I grandi bus, realizzati da una ditta polacca, sono stati multati in provincia di Viterbo dalla polizia stradale. Dopo il ricorso dell’azienda, la questione è finita davanti al giudice di pace che ha dato ragione al Cotral. Ma probabilmente la parola fine non è stata ancora scritta. La problematica, finora passata sottotraccia, come tutte le questioni calde che riguardano il Lazio (chissà perché, poi), è destinata a salire alla ribalta. Tra l’altro, solo una ridotta percentuale dei pullman è accessibile alle persone con disabilità. In caso di bisogno, se ne deve prenotare uno specifico”. Lo ha reso noto Antonello Palmieri, presidente dell’associazione RomaNuova.

“Mentre c’è molta attenzione sui mezzi pubblici romani, quasi per nulla si parla dei problemi dei pendolari che si muovono sui pullman e sui treni regionali. Ebbene, per paradosso, i bus dell’Atac che effettuano lunghe percorrenze, ad esempio su Aurelia, Boccea, Cristoforo Colombo e Pontina, hanno in dotazione le cinture di sicurezza per i passeggeri. Sono vecchi, i bus, anche di 15 anni, però sono stati modificati in base alle normative, anche per prevenire fastidiosi ricorsi sulle interpretazioni delle stesse. La Regione Lazio, invece, ha rinnovato il parco mezzi, sorvolando, però, sulla questione delle cinture e, in parte, anche sulle esigenze delle persone con disabilità. Una scelta che a nostro parere meriterebbe un approfondimento”, ha concluso Palmieri.

Notizie correlate