Accedi

Lazio/RomaCapitale

Santa Lucia, Aurigemma (Fi): “Invitiamo Zingaretti a rivedere Decreto”

“Si dica perché si vuole penalizzare un istituto di ricovero e cura di alto livello scientifico, che ci invidia il mondo intero”
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

“Nei primi mesi del 2016 la Fondazione Santa Lucia di Roma veniva definita dalle massime autorità regionali, nonché dal presidente della regione Lazio e commissario ad acta Zingaretti, un centro di eccellenza e di vanto del nostro territorio. Addirittura, il Presidente della Repubblica Mattarella definiva il Santa Lucia: ‘punto di incontro tra sofferenza, impegno professionale e umanità. Crocevia collocato al limite di obiettivi che sembrano impossibili’. Ebbene questo impossibile si è realizzato. Con il decreto del commissario ad acta 275 del 4 luglio 2018, il presidente Zingaretti, nelle sue funzioni di commissario ad acta, è riuscito ad assestare un colpo di grazia ad un fiore all’occhiello della riabilitazione nazionale. Questo provvedimento riconverte i 293 posti letto attuali, in alta riabilitazione intensiva codice 75, a 116 posti di riabilitazione ordinaria. Di fatto, dimezzando il budget della struttura, ma soprattutto creando seri problemi agli oltre duemila pazienti che, provenienti dalla nostra regione e dal resto di Italia, vengono a curarsi in un centro di eccellenza. Ci auguriamo che, nella audizione prevista per martedì prossimo alle ore 11, il presidente del Lazio, nonché commissario ad acta, sia in grado di illustrarci il perché si voglia penalizzare un istituto di ricovero e cura di alto livello scientifico, che ci invidia il mondo intero”. Lo dichiara il Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio Antonello Aurigemma.

Notizie correlate