Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Campania, Cultura

Napoli-Belgrado si incontrano il 7 e 8 luglio al Maschio Angioino, poi un Consolato in città

Intervista a Marcello Lala: "Serbi innamorati della nostra tradizione e imitano il nostro stile di vita"
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione Campania

Napoli e Belgrado si incontrano per la prima volta il 7 ed 8 luglio presso il Maschio Angioino. Nell’ambito delle iniziative dell’estate a Napoli avverrà il primo scambio interculturale tra le due città con due concerti importantissimi e la presenza non solo del Vice Ministro della Cultura di Serbia Ivana Dedic dopo la visita avvenuta ad ottobre del Ministro Vladan Vukosavljević ma di artisti del calibro di Dejan Mladjenovic a Jovan Maljakovic. L’avv. Marcello Lala designato console onorario di Serbia in Campania è stato il promotore di questa iniziativa: Avvocato con quali prospettive per le due città? “Il mio sogno era avvicinare la mia città di nascita Napoli a quella di “adozione” Belgrado e domani sarà sicuramente un primo grande passo. Devo ringraziare in particolar modo l’Assessore Alessandra Clemente che ci ha creduto sin dal primo momento a questa idea e l’Ambasciatore serbo in Italia Goran Aleksic poi ovviamente il Sindaco De Magistris e l’Assessore Nino Daniele che hanno accolto con entusiasmo la mia iniziativa per non dimenticare poi il Comando Generale dei Carabinieri che ha voluto dare un tocco di solennità all’occasione”. Napoli e Belgrado cosa hanno in comune? “Devo dire tanto, i Serbi amano la nostra città ed una presenza serba incomincia a percepirsi nei luoghi turistici. Il mio obiettivo è far capire quanto bella sia Napoli ai serbi ma quanto ricca di vita di storia e di opportunità siano la Serbia e Belgrado in particolare. Girare per Belgrado vuol dire imbattersi nei ristoranti Bella Napoli fino a O Sole mio . I Serbi sono innamorati della nostra tradizione ed imitano il nostro stile di vita”. Ma domani si inizia dalla musica… “Si Dejan Mladjenovic è un violinista di fama internazionale e la Salsa Band è presente ormai in tutti i festival internazionali. Abbiamo sparato subito due pezzi da novanta. Ora però bisognerà allargare gli orizzonti. Scambi commerciali e turistici saranno l’obiettivo prioritario delle giornate della napoletanità a Belgrado previste per il mese di ottobre e perché no l’obiettivo gemellaggio potrebbe essere sicuramente a portata di mano. Nel corso degli anni tante imprese italiane e napoletane hanno iniziato un lavoro di penetrazione nel mercato serbo vuoi per la fiscalità di vantaggio vuoi per il costo della manodopera ma soprattutto per le opportunità che la Serbia offre come porta verso i mercati turco e russo, puntiamo a rafforzare e supportare tutto questo affinchè le imprese non si sentano sole”. L’ambasciatore ha più volte annunciato anche attraverso il velino che presto sarà aperto un consolato a Napoli… “Si stiamo terminando le procedure burocratiche per la istituzione del consolato della Repubblica di Serbia a Napoli un consolato che coprirà tutta la Regione Campania perché nel corso degli anni abbiamo potuto constatare la presenza di una cospicua rappresentanza serba ed il nostro interesse è tutelare ed assistere i cittadini serbi”.