Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Economia

Azzardo: a Firenze per sale giochi chiusura di sei ore

Lo prevede un’ordinanza comunale che segue il regolamento restrittivo mirato alla tutela dei soggetti più fragili. Previste sanzioni da 25 a 500 euro
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

L’amministrazione comunale di Firenze prosegue il proprio percorso nella lotta alla ludopatia che ha già portato all’adozione di uno specifico regolamento restrittivo mirato alla tutela dei soggetti più fragili e dunque anche più esposti a questa vera e propria emergenza sociale. Stop a slot e sale giochi per sei ore al giorno. Lo prevede l’ordinanza comunale che limita gli orari per l’accesso agli esercizi autorizzati e l’utilizzo delle macchinette. Le sale giochi dovranno rimanere chiuse dalle 18 alle 24 tutti i giorni dell’anno, mentre le slot dovranno essere completamente spente dalle 13 alle 19 negli altri esercizi autorizzati (bar, ristoranti, alberghi, rivendite di tabacchi, esercizi commerciali, agenzie di scommesse, sale bingo). Per le violazioni è prevista una sanzione amministrativa da 25 a 500 euro, mentre alla seconda sanzione nel corso dell’anno scatterà la sospensione per tre giorni dell’attività e della possibilità di accendere gli apparecchi.

“Un intervento che si inserisce nel quadro del regolamento sul gioco lecito approvato a novembre scorso – ha detto l’assessore allo sviluppo economico Cecilia Del Re – e di un complesso lavoro fatto con Anci e università di Firenze. I dati sulla situazione nel territorio fiorentino sono molto preoccupanti e registrano un incremento di oltre il doppio del consumo di gioco d’ azzardo nell’ultimo biennio rispetto alla media nazionale, con una spesa pro-capite per il consumo di gioco che supera del 6 per cento quella nazionale”.

Notizie correlate