Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

Roma, Anzaldi (Pd) a Prefetto: Segnalare buche con spray per evitare altri morti

Lettera a Basilone: “Giunta assente, raccogliere grido di dolore mamma che ha perso figlia”
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Red

“Il grido di dolore della madre che piange la figlia morta per una buca venga ascoltato almeno dalla Prefettura, affinché vengano esercitati poteri sostituitivi sull’Amministrazione comunale sulla segnalazione di crateri e pericolo sulle strade. Le chiedo, quindi, di valutare un intervento diretto: mentre i cittadini si stanno organizzando autonomamente e iniziano a segnalare con le bombolette le buche-killer, non ritiene che sia ora di imporre una segnalazione luminosa dove possibile e in alternativa una con la vernice fluorescente o fosforescente?”. E’ quanto ha scritto il deputato del Partito democratico Michele Anzaldi, in una lettera inviata alla prefetta di Roma Paola Basilone, in riferimento alla lettera della madre alla figlia morta per una buca, pubblicata sul “Corriere della Sera”.

“L’emergenza buche – ha aggiunto ancora Anzaldi nella lettera nella città di Roma, nella totale sottovalutazione dell’Amministrazione comunale, sta diventando anche un’emergenza morti per incidenti stradali. Da inizio anno sono 88 le vittime, secondo i dati pubblicati dal quotidiano “Il Messaggero” nei primi sei mesi dell’anno ci sarebbe stato un aumento del 18,5% di decessi rispetto all’anno prima: un vero allarme sulla vita dei romani e di chi percorre le strade della Capitale. Segnalo a Lei questa lettera perché finora non ho visto battere un colpo dalla sindaca o da qualsiasi altro rappresentante del Comune. Lettera che è un gesto d’amore nel ricordo della figlia e che diventa atto di coraggio e civiltà per tutti: ‘Mia figlia – scrive al Corriere della sera Graziella Viviano – aveva tutto quello che serve a un motociclista per non morire ma su quella strada c’è tutto quello che può uccidere un motociclista’.

E’ una mamma, che paga le tasse con cui bisognerebbe anche garantire la sicurezza stradale, che oggi esce dal proprio dolore privato e si fa promotrice di un’azione civile che potrebbe salvare la vita a tanti altri: ‘Con tre euro di bomboletta spray mia figlia sarebbe ancora viva’. Tre euro di bomboletta per segnalare le buche presenti nelle disastrate vie della Capitale. ‘Amore mio non dobbiamo permettere che muoiano altre persone. Elena aiutami -scrive a sua figlia- Il sistema c’è e funziona. Basta evidenziarle con una semplice bomboletta di vernice gialla. Se solo i nostri amministratori volessero ascoltare…’. Quanto vale una vita, signor Prefetto? Ci aiuti almeno Lei a poter pensare che vale quantomeno il prezzo di una bomboletta spray”.

Notizie correlate