Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri

Immigrazione, Seehofer si smarca dalla Merkel. Governo tedesco a rischio

Il ministro dell'interno Bavarese (Csu) annuncia le dimissioni per dissensi sulla politica dell'accoglienza
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Red

Anche il governo tedesco entra in fibrillazione per via delle questione immigrazione. Nella notte scorsa infatti ministro dell’Interno Horst Seehofer ha rassegnato le dimissioni dal suo incarico, anche se il capogruppo del suo partito (Csu) nel Bundestag le ha per ora rifiutate come inaccettabili. Seehofer critica duramente quanto ottenuto dalle cancelliera Angela Merkel al Consiglio Europeo della settimana scorsa. “I risultati del Consiglio europeo – ha infatti commentato a caldo dopo la conclusione del vertice  – non sono affatto equivalenti alle nostre proposte di respingimenti alla frontiera”. Ieri sera poi ha aggiunto di non potersi assumere “la responsabilità della morte di Susanna”: un chiaro riferimento alla vicenda della quattordicenne stuprata e uccisa da un profugo iracheno che ha fatto scalpore negli ultimi giorni in Germania. La presa di distanza di Seehofer rischia a questo punto di minare la coalizione di governo. A meno che la Csu non scelga di abbandonare il suo leader, continuando ad appoggiare l’esecutivo a livello nazionale. Se così non fosse alla Merkel rimarrebbero solo due alternative: allargare la maggioranza ai Verdi o puntare su elezioni anticipate. Dal canto suo Seehofer ad ottobre  dovrà affrontare le elezioni regionali e teme che l’estrema destra di  AfD (Alternativa per la Germania) faccia man bassa del suo elettorato proprio attraverso la questione migranti. Da qui la sua decisione di smarcarsi il più possibile dalla Merkel.

Notizie correlate