Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Economia, Giochi

Conagga: avanti con divieto pubblicità su gioco d’azzardo

Il coordinamento nazionale Gruppi per giocatori d’azzardo condivide la proposta inserita nel decreto Dignità
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

“Se è vero che la pubblicità è l’anima del commercio, noi vorremmo che quest’anima andasse definitivamente in paradiso”. E’ quanto sostiene il coordinamento nazionale gruppi per giocatori d’Azzardo (Conagga) che condivide la proposta inserita nel decreto Dignità. “Il fatto che il gioco d’azzardo possa creare patologiemolto gravi è ormai risaputo da tutti – spiega il Conagga -, se nessuno mette in dubbio la scelta di vietare la pubblicità sul tabacco ci chiediamo perché ci sia ancora qualcuno che si ostina nel cercare di palesare eventuali pericoli nel vietare le pubblicità sul gioco d’azzardo. Nonostante non ci bastino capiamo le preoccupazioni dei mass media e delle squadre sportive che ricevono ingenti risorse dalle industrie del gioco d’azzardo, ma riteniamo infondate le motivazioni legate al rischio di aumento di criminalità organizzata e illegalità. Con lo spauracchio del rischio illegalità in Italia si è motivata l’introduzione di moltissimi giochi d’azzardo, senza mai fare i conti con le ricadute sociali che questo comportava e anche con ciò che la Commissione Antimafia sostiene da sempre e che ha ribadito nella relazione di febbraio 2018: ‘gli interessi mafiosi si estendono anche al gioco legale, che sebbene gestito da privati attraverso il sistema delle concessioni, è pur sempre esercitato in nome dello Stato’. Se il gioco d’azzardo può fare male non si può accettare che sia promossa e pubblicizzata l’idea di una vincita facile e spensierata, non si può accettare che i nostri giovani siano bombardati da continui inviti online a scommettere su ogni tipo di sport e competizione, non si può far credere alle persone più fragili che i loro pochi euro possano essere investiti al gioco d’azzardo per cambiare finalmente vita. Secondo il nostro Coordinamento nazionale occorre superare le resistenze e procedere con l’approvazione dell’articolo 8 del Decreto Dignità vietando totalmente e per sempre le pubblicità e le sponsorizzazioni del gioco d’azzardo; ne perderà l’anima del commercio, ma ne guadagneranno le anime degli italiani”.

 

Notizie correlate