Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Lazio/RomaCapitale

Ponte pedonale di Ostia Antica, Sinistra Italiana X Municipio: “C’è ruggine. La riqualificazione?”

“Questo sarebbe il cambiamento tanto blandito in campagna elettorale?”
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

“Non ci sono più parole, le immagini parlano da sole e gridano vendetta. Roma Capitale non merita questo ennesimo insulto. Da diversi giorni chi scende alla fermata Ostia Antica della ferrovia Roma Lido si sarà reso conto di alcuni lavori, incomprensibilmente a singhiozzo e oggi addirittura fermi, che riguardano il ponte pedonale della Stazione, una barriera architettonica dotata di gradini che l’Amministrazione a 5 stelle ha deciso di riverniciare piuttosto che intervenire per metterla in sicurezza. Le foto testimoniano un avanzato stato di decadimento strutturale del ponte che non può essere ignorato o coperto con promesse su promesse utili solamente ad aggirare il problema senza affrontarlo”, così in una nota stampa Marco Possanzini, Segretario Sinistra Italiana X Municipio.

“L’Amministrazione ha deciso di utilizzare vernice e pennello invece di intervenire seriamente e mettere in sicurezza il ponte pedonale di Ostia Antica rendendolo praticabile anche a chi ha difficoltà deambulatorie? lo dicano chiaramente invece di trincerarsi dietro un irresponsabile silenzio. Lunedì mattina procederemo con la presentazione in Municipio di un documento indirizzato agli Assessorati competenti, corredato da foto, che testimonia lo stato di decadimento del ponte pedonale di Ostia Antica, un ponte che deve essere ricostruito e non riverniciato tanto per coprire con una pennellatina di blu la vergogna che il ponte stesso rappresenta. Informeremo anche il nostro gruppo capitolino della questione perché è necessario andare fino in fondo, capire tutte le responsabilità, verificare se tutti gli accertamenti strutturali sono stati eseguiti, capire chi ha dato seguito alla riverniciatura del ponte verificando i presupposti di un eventuale danno erariale”, continua Possanzini.

“È inaccettabile che si prosegua con provvedimenti spot, addirittura discontinui e di cui non sappiamo praticamente nulla, tanto per non affrontare seriamente il problema. Pensare di riverniciare una barriera architettonica, fra l’altro arrugginita, è già di per sé vergognoso, farlo in modo discontinuo senza addirittura alcun cartello informativo su costi, durata lavori, responsabili ecc. è grottesco e inaccettabile”, conclude Possanzini.

Notizie correlate