Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Lazio/RomaCapitale

Roma Città Mondo, domani al Teatro India “Albania Casa Mia” di e con Aleksandros Memetaj

Regia Giampiero Rappa
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

Martedì 26 giugno (ore 21.30) nell’ambito ROMA CITTÀ MONDO. Festa teatrale dell’Intercultura, il palcoscenico del Teatro India ospita ALBANIA CASA MIA di e con, Aleksandros Memetaj, diretto da Giampiero Rappa. Un racconto che parte dal 1991, in Albania, quando Alexander Toto, trentenne, scappa da Valona a bordo del peschereccio “Miredita” (Buon giorno) e giunge a Brindisi. In quel peschereccio c’è anche Aleksandros Memetaj, bimbo di 6 mesi. Albania casa mia è la storia di un figlio che cresce lontano dalla sua terra natìa, in Veneto, luogo che non gli darà mai un pieno senso di appartenenza, ma è anche la storia di un padre, dei sacrifici fatti, dei pericoli corsi per evitare di crescere suo figlio nella miseria di uno Stato che non esiste più. Si evince il grande amore nei confronti della propria terra, di grande patriottismo, di elevazione di alcuni valori che in Italia non esistono più. I destini di Aleksandros Memetaj e Alexander Toto, apparentemente lontani, si incrociano più volte nella storia fino a creare un’unica corda, un unico pensiero. Finché l’uno diventerà il figlio e l’altro il padre. Uno spettacolo autobiografico intriso di sentimenti, legami, di esperienze di vita, affetti, separazioni e ritrovamenti.

Finestra coreografica (alle ore 20) con IL NETTARE DI KRISHNA, spettacolo di danza indiana bharatanatyam. L’opera poetica canta la bellezza del dio Krishna, e racconta alcuni episodi della sua infanzia. La narrazione si presenta ricca di elementi umoristici ed originali derivati dalla personale immaginazione del poeta. Apoorva Jayaraman e Shweta Prachande figurano tra le più rinomate danzatrici di bharatanatyam della nuova generazione. Nel panorama contemporaneo indiano è certamente insolito vedere la danza bharatanatyam presentata da un duo femminile. Con una scelta senz’altro innovativa rispetto alle divisioni di genere convenzionali, le due interpreti danno vita ad una nuova presentazione, valorizzando i propri punti di forza di soliste ed esplorando le dinamiche della performance in duo.

Gli appuntamenti del festival ROMA CITTÀ MONDO. Festa teatrale dell’intercultura continuano al Teatro India con momenti musicali, tra gli altri La Piccola Orchestra di Tor Pignattara, mercoledì 27 giugno (ore 21). Tra le tante le attività laboratoriali gratuite: in collaborazione con Il Laboratorio Teatrale integrato Piero Gabrielli, è in corso Il cercastorie, laboratori sulla fiaba nelle scuole e nelle Biblioteche di Roma e, dal 18 al 27 giugno, I racconti del falò, un laboratorio integrato con la partecipazione di studenti, migranti e cittadini, a cura di Roberto Gandini, in cui il momento del racconto diventa occasione di conoscenza, scambio e integrazione. I racconti del falò termina il 28 giugno con un Atelier dei 200, uno speciale workshop di una giornata che prevede al Teatro India una inconsueta performance collettiva aperta a tutti.

Notizie correlate