Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri

L’Ucraina sta creando un gruppo UE per fermare il gasdotto Nord Stream 2

Poroshenko: Siamo in contatto con la Germania. Offriamo la possibilità di creare un consorzio internazionale per la gestione del sistema di trasmissione di gas naturale dello stato
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino/Sputnik
di Velino International

Le autorità ucraine stanno creando un gruppo di Stati membri dell’UE che cercheranno di fermare la costruzione del gasdotto del Nord Stream 2. Lo ha riferito il presidente ucraino Petro Poroshenko sul suo blog su Medium. “Attualmente stiamo creando un gruppo all’interno dell’Unione Europea che mirerà a fermare Nord Stream 2. Ecco perché siamo impegnati in contatti attivi con la Germania e stiamo offrendo la possibilità di creare un consorzio internazionale per la gestione del sistema della trasmissione di gas naturale dello stato ucraino – ha spiegato -; ma abbandonare Nord Stream 2 sarebbe la condizione che dovrebbe essere soddisfatta per poter partecipare al consorzio”. Il presidente ucraino ha aggiunto che non rivelerà tutti gli strumenti che il gruppo userà per fermare il progetto, ma ha espresso la speranza che questo obiettivo venga raggiunto. Poroshenko ha definito Nord Stream 2 un progetto anti-Kiev puramente politico. L’iniziativa prevede la costruzione di due gasdotti che correranno dalla costa russa, attraverso il Mar Baltico e fino a un hub in Germania. Il progetto è una joint venture tra il colosso russo dell’energia Gazprom, la francese Engie, l’austriaca OMV AG, la britannica-olandese Royal Dutch Shell e le tedesche Uniper e Wintershall. L’iniziativa è stata accolta favorevolmente da alcuni paesi europei, come la Germania e l’Austria, e criticato da altri, in prevalenza dagli Stati dell’Europa dell’Est. L’Ucraina, che attualmente trasporta il gas naturale russo in Europa attraverso il suo sistema di condotte, è contraria al Nord Stream 2, poiché la sua rotta supererebbe il paese. Gazprom ha ripetutamente affermato che era pronto a continuare il transito del gas attraverso l’Ucraina se Kiev avesse dimostrato la fattibilità economica del contratto.

The Ukrainian authorities are establishing a group of EU member states which will seek to stop the construction of the Nord Stream 2 natural gas pipeline, Ukrainian President Petro Poroshenko said on Monday. “We are currently creating a group within the European Union that will aim to stop Nord Stream 2. That is why we are engaged in active contacts with Germany. We are offering to establish an international consortium on the administration of the Ukrainian state natural gas transmission system. But abandoning Nord Stream 2 would be the condition which should be met for them to participate [in the consortium],” Poroshenko wrote in his blog on the Medium publishing platform. The Ukrainian president added that he would not disclose all the tools that the group would use to stop the project but expressed hope that this goal would be achieved. The Ukrainian president called Nord Stream 2 a purely political anti-Kiev project. The Nord Stream 2 project envisages the construction of two gas pipelines that will run from the Russian coast, through the Baltic Sea and to a hub in Germany. The project is a joint venture of Russian energy giant Gazprom, French Engie, Austrian OMV AG, UK-Dutch Royal Dutch Shell, and German Uniper and Wintershall. The project has been welcomed by some European countries, such as Germany and Austria, and criticized by others, predominantly Eastern European states. Ukraine, which currently transports Russian natural gas to Europe via its pipeline system, has been against Nord Stream 2, since its gas transportation route would bypass Ukraine. Gazprom has repeatedly said it was ready to continue gas transit through Ukraine if Kiev proved the economic feasibility of the contract.

 

Notizie correlate