Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri

Siria, Washington pronta a “ferma” risposta contro Damasco

Il Dipartimento di Stato avverte Assad: Reazione appropriata in caso di operazioni militari in zone cuscinetto
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino/Sputnik
di Velino International

Il Dipartimento di Stato americano ha minacciato di rispondere con fermezza e appropriatamente a un’offensiva del governo siriano in una zona sudoccidentale dove è in vigore il cessate il fuoco. La Russia, la Giordania e gli Stati Uniti hanno concordato lo scorso luglio di istituire le cosiddette zone “cuscinetto” nelle province sud-occidentali di Daraa, Quneitra e Suwayda. “Gli Stati Uniti – si legge nella nota del Dipartimento di Stato – sono preoccupati per le notizie sulle imminenti operazioni del governo siriano nella Siria sud-occidentale entro i confini della zona di disarmo. Gli Stati Uniti prenderanno misure ferme e appropriate in risposta alle violazioni del governo siriano in questo settore”. Il Dipartimento ha inoltre dichiarato che ritiene la Russia responsabile di eventuali violazioni da parte delle autorità siriane e ha chiesto che usi la sua influenza per costringere il governo alla pace.

The US State Department threatened Thursday to respond firmly and appropriately to a Syrian government offensive on a southwestern ceasefire zone. Russia, Jordan and the United States agreed last July to set up so-called de-escalation zones in Syria’s southwestern Daraa, Quneitra and Suwayda provinces. “The United States remains concerned by reports of impending Syrian government operations in southwest Syria within the boundaries of the de-escalation zone,” it said. “We affirm again that the United States will take firm and appropriate measures in response to Syrian government violations in this area.” The Department said it held Russia accountable for any violations by Syrian authorities and demanded that it use its leverage to compel the government to peace. “Russia is duly responsible as a permanent member of the UN Security Council to use its diplomatic and military influence over the Syrian government to stop attacks and compel the government to cease further military offensives,” the statement continued.

Notizie correlate