Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica, Migranti

Alta tensione tra Italia e Francia. Tria rinvia visita a Parigi

Telefonata tra il ministro dell’Economia e l’omologo Le Maire. Moavero Milanesi riceve Incaricato d’Affari ambasciata francese: dichiarazioni di ieri minano rapporti tra i due paesi
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

È ancora alta la tensione tra Italia e Francia dopo le dichiarazioni di ieri del presidente Emmanuel Macron sulla vicenda della nave Aquarius. Il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, ha rinviato l’incontro che aveva in calendario col suo omologo francese Bruno Le Maire. Una tensione stemperata, solo in parte, dalla telefonata tra i due ministri in cui si è registrato un “clima cordiale”. Sarebbe stato fissato un nuovo incontro per i prossimi giorni proprio a ridosso della visita del premier Giuseppe Conte a Parigi dove dovrebbe incontrare Macron.

Stamane il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi ha convocato alla Farnesina l’ambasciatore francese Christian Masset. Data la sua assenza da Roma all’incontro ha partecipato l’Incaricata d’Affari, Claire Anne Raulin. Il ministro Moavero Milanesi con una nota ha chiarito che “simili dichiarazioni stanno compromettendo le relazioni tra Italia e Francia. I toni impiegati – ha proseguito il ministro – sono ingiustificabili, tenuto conto che da molti mesi ormai il nostro paese ha pubblicamente denunciato l’insostenibilità dell’attuale situazione di latitanza di un approccio coordinato e coeso a livello europeo circa la gestione dei flussi migratori, rispetto ai quali l’Italia non si è mai tirata indietro”. Il ministro Moavero Milanesi “comprende che anche uno Stato amico e alleato possa dissentire dalle posizioni di un altro Stato, ma tale dissenso dovrebbe essere espresso in forme e modi coerenti con tale rapporto di amicizia, in particolare tenendo a mente che anche in tempi recenti l’Italia non ha fatto mancare alla Francia il proprio aiuto per fornire la necessaria assistenza a persone migranti. Il ministro ha infine dichiarato che il governo italiano auspica che le autorità francesi, fatte le opportune valutazioni, assumano rapidamente le iniziative idonee a sanare la situazione che si è venuta a creare”.

A Parigi intanto un portavoce del Quai d’Orsay rispondendo a una domanda sul caso Aquarius ha precisato: “Siamo perfettamente coscienti del carico che la pressione migratoria fa pesare sull’Italia e degli sforzi di questo Paese. Nessuna delle parole pronunciate dalle autorità francesi ha rimesso in discussione tutto questo, né la necessità di coordinarci strettamente fra europei”.

Notizie correlate