Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Cultura

A spasso per Montecitorio di Alberto Ciapparoni. Rituali e curiosità nel palazzo più famoso d’Italia

fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

Alberto Ciapparoni accompagna il lettore nei corridoi, nei vicoli e nelle sale del Palazzo del potere, abitato da politici, funzionari (i cosiddetti «uomini in grigio» perché teoricamente neutrali) e personaggi spesso improbabili che si sono posizionati nelle stanze del potere a caccia di poltrone e poltroncine.

L’Autore descrive abitudini e aneddoti dei protagonisti che hanno fatto la storia d’Italia negli ultimi anni: dove mangiano e con chi, dove e a che ora vanno a prendere il caffè, dove si ritrovano per fumare (e cosa fumano). Ma anche i soprannomi che si danno tra loro, storie di vita e flirt che si incrociano e rituali che nascono e si protraggono ancora oggi, come per esempio la «cerimonia del Ventaglio» che debutta nel 1893 con Zanardelli e che si svolge ogni anno tra la fine di luglio e i primi giorni di agosto per la chiusura dei lavori parlamentari in vista delle vacanze estive.
Oltre a curiosità sulle, a volte strane, abitudini dei politici, il libro offre molte informazioni: per esempio chiarisce cosa deve fare un cittadino normale per assistere, se lo vuole, a una seduta della Camera, e termina con un simpatico glossario che spiega «sempre con il sorriso sulle labbra» il linguaggio politico-giornalistico usato in tv o in radio per descrivere i fatti attinenti alla Camera.

«E’ un libro nel quale troverete ciò che, solitamente, non viene raccontato nei reportage politici. E’ una passeggiata all’interno del Palazzo romano per antonomasia, quello nel quale si decidono le sorti del nostro paese – commenta Luigi Tornari direttore delle News di RTL 102.5 – Si passa da episodi di storia della Repubblica agli aneddoti della vita privata dei deputati, dalla mappa dei ristoranti preferiti dei parlamentari al glossario di Montecitorio. Un libro che si fa scoprire ad ogni pagina con il merito di non avere nemmeno una riga in politichese.»«Un libro che va letto d’un fiato, talvolta sorridendo a certi aneddoti, altre volte con la giusta indignazione verso un Palazzo sacro e maestoso che ci appare però abitato da personaggi inattendibili. Così non è e non deve essere. Perché gli inquilini del Palazzo, alla fine, siamo tutti noi, cittadini di questo Paese» scrive Andrea Pamparana nella prefazione del libro.

Alberto Ciapparoni, laureato in Legge, ha collaborato col «Corriere dello Sport», «L’Indipendente», il venerdì di «Repubblica». Da quindici anni è cronista parlamentare per RTL 102.5, è anche membro del Direttivo dell’Associazione Stampa Parlamentare.