Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Calabria

Cosenza, cultura: consegnati premi concorso ‘Teatro in note’

Cosenza, cultura: consegnati premi concorso 'Teatro in note'
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di NeC

“Ultimo atto per la V edizione del concorso di cortometraggi e scrittura creativa promosso dalla cooperativa ‘Teatro in Note’ e che ha potuto contare anche quest’anno sul sostegno dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco di Cosenza Mario Occhiuto che ha giudicato attualissimo e di particolare interesse il tema prescelto ‘Il vuoto e il pieno: tra dipendenza e solitudine’. La cerimonia di premiazione si è tenuta al Cinema Italia-Tieri e a fare gli onori di casa è stata la presidente della Cooperativa ‘Teatro in Note’, Vera Segreti, infaticabile motore e ideatrice di tutta la manifestazione. In rappresentanza del sindaco Mario Occhiuto, trattenuto fuori città da impegni istituzionali, il saluto dell’amministrazione comunale è stato portato dalla consigliera comunale Alessandra De Rosa, presidente della commissione Cultura di Palazzo dei Bruzi che, negli ultimi anni, ha sposato pienamente il progetto di ‘Teatro in note’”. Lo rende noto un comunicato stampa del Comune di Cosenza. Agli studenti, Alessandra De Rosa ha lanciato un significativo monito: “Non lasciatevi spaventare dai sacrifici della vita perché solo attraverso i grandi sacrifici si riesce ad apprezzare la vera bellezza dell’esistenza e a creare una comunità”. Sul progetto di ‘Teatro in Note’ la De Rosa ha aggiunto che “le nuove forme di dipendenza sono lo specchio di un forte allarme sociale, un urlo sordo frutto del tempo in cui viviamo. Ed è così che la solitudine diventa quasi un porto sicuro in cui rifugiarsi e trovare riparo dai vacui bombardamenti dell’era globale. Attraverso il concorso di Teatro in Note i giovani possono riacquistare piena fiducia e coscienza di sé per piantare i semi del dialogo e trasformare la solitudine in ricerca interiore”. Dai racconti, frutto del laboratorio di scrittura creativa, è stata ricavata anche quest’anno una pubblicazione che li racchiude tutti, grazie alla casa editrice “Ilfilorosso” di cui è Presidente la professoressa Luigina Guarasci che ha partecipato alla cerimonia di premiazione definendo i racconti dei ragazzi delle scuole “non mere esercitazioni letterarie, elaborate tanto per partecipare. I racconti – ha detto – risultano essere molto belli, perché veri, autentici. Alla descrizione delle dipendenze cosiddette tradizionali, i giovani studenti hanno saputo affiancare quella sulle dipendenze più nascoste e sotterranee”.

Notizie correlate