Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri

Ocse, inaugurato nuovo centro a Istanbul

Fungerà da Hub per i Balcani, il Medio Oriente e il Nord Africa
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di red/ilp

L’organizzazione per la Cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) ha annunciato ieri l’apertura di un Centro a Istanbul, il quinto dopo Washington, Berlino, Tokyo e Città del Messico, che sarà in grado di fornire una maggiore copertura regionale sui Balcani, il Medio Oriente e il Nord Africa.L’accordo è stato firmato dal Ministro dell’Economia turco Nihat Zeybekci e dal Segretario Generale dell’ OCSE Angel Gurria presso la sede dell’OCSE a Parigi.La scelta di Instabul è frutto di trattative di successo tra il governo turco e l’OCSE.  “La Turchia è lieta di ospitare la nuova espansione diìell’OCSE” afferma il Ministro Zeybekci.  “Da un lato questo evento servirà ad incrementare il ruolo di Instanbul come hub di business a livello globale ma, dall’altro, racchiude molto più. Siamo fortemente impegnati nella missione dell’ OCSE volta a promuovere la crescita economica, qui a casa nostra, ma anche tra i nostri vicini”.

Il nuovo Centro metterà a disposizione un forum in cui i governi potranno lavorare insieme e condividere esperienze per cercare soluzioni a problemi comuni. Servirà come incentivo per accrescere il dialogo tra paesi e partner– migliorando le relazioni tra i settori pubblici e privati e cooperando con le istituzioni locali, regionali e internazionali. Attraverso questi ed altri sforzi, il Centro sosterrà strategie di crescita sostenibili e inclusive in Turchia.Inoltre, utilizzando le best practices dell’OCSE, sarà in grado di supportare i paesi su tematiche relative a competitività economica, imprenditorialità, commercio, pubblica amministrazione, innovazione, attivazione di capitale umano, migliorando le infrastrutture e la connettività, incrementando la resistenza economica e la crescita verde. Inoltre, il Centro analizzerà e metterà a confronto i dati relativi al commercio globale, agli investimenti e al lavoro con l’obiettivo di prevedere futuri trend.

Notizie correlate