Accedi

Politica

Lega: nessuna cena Salvini-Le Pen pagata con soldi Enf

Il partito del Carroccio smentisce che nel 2016 il suo leader avesse partecipato a una cena del gruppo all’Europarlamento dove sarebbero stati spesi 13.500 euro
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

“Sulle presunte cene rimborsate dal gruppo Enf si precisa che, al contrario da quanto riportato da alcuni giornali, Matteo Salvini non vi ha mai partecipato né a Parigi, né altrove. Stesso discorso per gli altri parlamentari e componenti dello staff della Lega”. È quanto si legge in una nota diffusa dalla Lega. “Gli uffici legali del partito – prosegue il comunicato – procederanno a presentare querela nei confronti di Repubblica, Corriere e tutte le testate che continueranno a pubblicare queste notizie false e prive di ogni fondamento. Come si evince dal documento, già pubblicato ieri, da Politico.eu (vedi link https://www.politico.eu/wp-content/uploads/2018/05/EY-ENF.pdf?utm_source=POLITICO.EU&utm_campaign=76d8c5db76-EMAIL_CAMpaIGN_2018_05_29_04_20&utm_medium=email&utm_term=0_10959edeb5-76d8c5db76-189699957), infatti, nessun eletto della Lega, né alcun componente dello staff, sono coinvolti e citati nelle contestazioni relative ai budget del Parlamento europeo. Si veda, in particolare, l’appendice 5 (dettaglio delle spese). Inoltre nel documento allegato, firmato dal segretario generale del gruppo Enf Philip Claeys, è chiaramente specificato, tra le altre cose, che ‘La delegazione Lega non è coinvolta’ nel caso”, conclude la nota. Un articolo pubblicato sul sito de La Repubblica rilancia quanto scritto dal settimanale satirico francese “Canard Enchainé” che avrebbe scoperto che il gruppo all’Europalramento Enl (Europa delle Nazioni e delle Libertà), di cui fanno parte Matteo Salvini, l’olandese Geert Wilders e Marine Le Pen fino al giugno scorso avrebbero organizzato nel 2016 un cenone con 60 bottiglie di champagne e vino Gevrey-Chambertin per l’ammontare di 13.500 euro.

Notizie correlate