Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Economia, Parlamento

Parlamento: Def pronto per l’Aula, dopo l’ok delle Commissioni speciali

Giochi, previste maggiori entrate nel 2018 per 120 milioni di euro, 151 nel 2019 e 151 nel 2020
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

Le Commissioni speciali del Senato e della Camera hanno dato mandato ai rispettivi relatori a riferire favorevolmente in assemblea sul Documento di economia e finanza. I due sì sono arrivati, a breve distanza l’uno dall’altro, nelle sedute di mercoledì 16 maggio. Ora il testo passa all’esame delle aule di Palazzo Madama e Montecitorio, dove dovrebbe approdare la prossima settimana, sempre che non venga scalzato da provvedimenti urgenti. Al Senato il sì a riferire in assemblea è stato più ampio che alla Camera: il Pd ha preso atto del carattere puramente tecnico della relazione di Alberto Bagnai (Lega), che ha rimandato all’aula un esame più politico. Conseguentemente, i democrat al Senato hanno votato a favore, mentre alla Camera, qualche ora prima, avevano votato contro il mandato alla relatrice M5S Laura Castelli. Forza Italia ha votato contro in entrambi i rami del Parlamento.

Gli interventi di finanza pubblica degli ultimi anni valgono 48,2 miliardi di maggiori entrate, si legge nel Def. Queste sono riconducibili, oltre al differimento dell’entrata in vigore del regime Iri, alle disposizioni in materia di giochi ed agli effetti delle disposizioni sulla tassazione uniforme dei redditi derivanti da partecipazioni qualificate realizzate da persone fisiche, al di fuori dell’esercizio d’attività di impresa (Imposta sostitutiva), effetti comunque parzialmente compensati dalle minori entrate in termini di Irpef. Alla voce Disposizioni in materia di giochi (gare e proroghe di scommesse, bingo e lotterie istantanee) sono state ascritte maggiori entrate nel 2018 per 120 milioni di euro, 151 nel 2019 e 151 nel 2020.

Notizie correlate