Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Economia, Gioco

Il contrasto alle ludopatie tra i punti del contratto di governo M5S-Lega

Previsti divieti a pubblicità e sponsorizzazioni, introduzione della tessera personale, limiti all'installazione delle slot
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

C’è anche il contrasto alla dipendenza dal gioco d’azzardo tra i punti qualificanti del contratto di governo fin qui delineato da Movimento 5 Stelle e Lega. Un testo “non esaustivo”, ha puntualizzato ieri il leader M5S Luigi Di Maio, dicendosi “orgoglioso dei risultati” raggiunti dal tavolo tecnico-politico con la Lega e inserendo le misure contro il gioco d’azzardo tra gli “interventi importantissimi” concordati. Nel testo provvisorio si legge tra l’altro che “con riguardo alla problematica del gioco d’azzardo sono necessarie una serie di misure per contrastare il fenomeno della dipendenza che crea forti danni sia soci sanitari che  all’economia sana, reale e produttiva, tra le quali: divieto assoluto di pubblicità e  sponsorizzazioni; trasparenza finanziaria per le società dell’azzardo; strategia d’uscita dal  machines gambling (Slot machines, videolottery) e forti limitazioni alle forme di azzardo  con puntate ripetute; obbligo all’utilizzo di una tessera personale per prevenire l’azzardo  minorile; imposizione di limiti di spesa; tracciatura di flussi di denaro per contrastare  l’evasione fiscale e infiltrazioni mafiose”.

Il punto del contratto relativo al gioco d’azzardo continua osservando che “analogamente, si rende necessaria una migliore regolazione del fenomeno, attraverso  strumenti quali, ad esempio, l’autorizzazione all’installazione delle slot machine – VLT  solo in luoghi definiti (no bar, distributori ecc), limitazione negli orario di gioco e l’aumento della distanza minima dai luoghi sensibili (scuole e centri di aggregazione  giovanile)”.

Notizie correlate