Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Economia, Governo

Nogarin: Nell’accordo Di Maio-Salvini ci sia lotta a ludopatia

Il sindaco M5S di Livorno: Bocciatura Tar a nostra ordinanza contro azzardo fa male, lavoriamo per nuovo regolamento
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

“Questa è una sconfitta che fa male. Non tanto a questa amministrazione che crede fermamente nella necessità di arginare il fenomeno della azzardopatia, quanto all’intera città”. Lo scrive su Facebook il sindaco di Livorno Filippo Nogarin che spiega: “Secondo il Tar di Firenze, i dati del Cnr e dell’Asl con cui abbiamo supportato la nostra ordinanza per limitare gli orari di apertura delle sale slot sono troppo vecchi (vanno dal 2008 al 2015) e non si riferiscono a Livorno ma all’intero contesto nazionale. E questo è stato sufficiente per negare l’emergenza e bocciare la nostra ordinanza”. Aggiunge Nogarin: “I dati più recenti però ci sono e ve ne dico uno per tutti: nel 2016 ogni famiglia livornese ha speso in media 273 euro al mese in giochi d’azzardo, mentre ne ha spese 460 in un anno per comprare cibi e bevande. Ditemi voi se questa non è un’emergenza”.

Ma, assicura il sindaco di Livorno, “noi non intendiamo fermarci qui e stiamo lavorando da tempo a un nuovo regolamento”. Nel frattempo però, conclude Nogarin, “è importante che si muova il Parlamento. E magari il nuovo governo. Non sarebbe male se all’interno dell’accordo tra Di Maio e Salvini si inserisse un provvedimento serio per arginare la ludopatia”.

Notizie correlate