Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Regionali

Caltanissetta, a Vittorio Storaro il Premio alla Carriera del Kalat Nissa Film Festival

Annunciati i 19 finalisti dell'ottava edizione della rassegna che si terrà dal 24 al 26 maggio
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

Andrà a Vittorio Storaro il Premio alla Carriera dell’ottava edizione del KALAT NISSA FILM FESTIVAL, rassegna internazionale di cortometraggi che si terrà dal 24 al 26 maggio 2018 a Caltanissetta. Il Cinematographer V.: Vittorio Storaro, che ha lavorato al fianco di registi come Woody Allen, Bernardo Bertolucci e Francis Ford Coppola, sarà infatti tra i protagonisti della tre giorni in cui la città siciliana ospiterà, nell’ambito del Festival, workshop, eventi e seminari con personaggi del mondo del cinema e dello spettacolo, le proiezioni dei cortometraggi finalisti e l’assegnazione dei premi.

Arrivati da oltre 60 Paesi, sono stati più di 400 i corti, italiani e internazionali, che hanno aderito alla selezione, nelle categorie dedicate a: diversità, commedia, animazione e tema libero. Solo in 19 accederanno alla fase finale e verranno proiettati nel corso della rassegna. Ad assegnare il Premio finale “Kalat Nissa – Antenna d’oro 2018” del valore di 1000 euro e gli altri premi di sezione, una giuria di esperti presieduta dal regista e direttore di fotografia ungherese, Lajos Koltai, e composta da: la giornalista Stefania Berbenni, il produttore Rai Fiction Luigi Mariniello, la costumista Nicoletta Ercole, l’attrice Stefania Casini e il regista Giancarlo Soldi. Presidente del Festival è Fernando Barbieri, Presidente Onorario Ugo Gregoretti mentre la direzione artistica è di Roberto Giacobbo. Insieme alla sezione principale del concorso verrà assegnato anche il Premio Trailer Cinematografici di Lungometraggi.

Questi i corti selezionati per la finale: The Song of Sway Lake U.S.A. di Ari Gold (U.S.A.), Cani di razza Pedigree di Riccardo Antonaroli e Matteo Nicoletta (Italia), Perfection di Riccardo Di Gerlando (Italia), Sette passi (Seven steps) di Matteo Graia (Italia), Framed di Marco Jemolo (Italia), Rossetrevi – Due volte nella storia di Marco Gallo (Italia), Peggie di Rosario Capozzolo (U.S.A.), Ailan di Jubrail Abubaker (Iraq), Che fine ha fatto l’inciviltà? di Delio Colangelo (Italia), fiSOlofia di Nicola Palmieri (Italia), Pipinara di Ludovico Dimartino (Italia), The perfect girl di Nahahid Shah (India), Le sconfessioni di Pasquale Cangiano (Italia), La forza delle donne di Marco Bova e Laura Aprati (Italia/Iraq), Piove di Ciro D’Emilio (Italia), Fantasia di Teemu Nikki (Finlandia), Caronte di Luis Tinoco (Spagna), Uspekh (Success) di Valentin Suntsov (Russia), P di Marcus Hanisch (Germania).

L’iniziativa è organizzata dall’Associazione Cinematografica e Culturale “Laboratorio dei Sogni” e patrocinata dal MIBACT Direzione Generale Cinema, da Sensi Contemporanei, Agenzia per la Coesione Territoriale, dalla Regione Siciliana Assessorato Turismo Sport e Spettacolo Ufficio Speciale per il cinema e l’audiovisivo, Sicilia Film Commission e dal Comune di Caltanissetta. Tra i patrocinatori vi è anche il CIP Comitato Italiano Paralimpico, L’ACSI, la Mazowiecka Policja di Radom (Varsavia) e l’Arma dei Carabinieri. Media partners: Tutto Digitale, Italia a Tavola, L’Alfista, Radio Show Italia. Saranno presenti alla manifestazione anche le rappresentanze dei partner di gemellaggio del Kalat Nissa Film Festival: il Pázmány Film Festival di Budapest, Gustando il Cinema ed il Formia Film Festival.

Notizie correlate