Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Lazio/RomaCapitale

Regione Lazio, Robilotta: “Su Ato acqua pasticcio della giunta Zingaretti”

“L’amministrazione si schiarisca le idee”
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

“La giunta Zingaretti sulla questione della gestione dell’acqua continua a fare pasticci e molta confusione. Nella scorsa legislatura ha approvato una pessima legge, promossa dai comitati acqua pubblica, che fu impugnata quasi totalmente dal governo Renzi. Zingaretti prima spiegò che avrebbe difeso la legge di fronte alla Consulta poi, avendo capito che avrebbe perso e la legge sarebbe stata bocciata, la fece modificare in Consiglio su tutti i punti contestati dal Governo. In piena campagna elettorale, il 6 Febbraio, la giunta approva una delibera, senza nessuna concertazione con gli enti locali e senza neppure aver sentito il parere della commissione competente, che prevede sei Ato al posto dei cinque previsti dalla vecchia normativa. Delibera addirittura modificata e corretta con due successive delibere del 27 Febbraio e del 6 Marzo. La delibera in questione crea molta confusione sui territori, che vengono spostati da un Ato a un altro, e a fronte della protesta dei Sindaci la giunta Zingaretti corre ai ripari approvando la delibera 218 dell’8 Maggio che cancella la delibera precedente e riporta gli Ato a cinque. Di fatto cancella le conseguenze della legge obbrobrio, la 5 del 2014, relativa alla ripubblicizzazione dell’acqua. Infatti nelle motivazioni della delibera è scritto che bisogna modificare la governance del sistema idrico e intervenire modificando la legislazione regionale in vigore. E addirittura che la Regione deve ricorrere a risorse esterne all’amministrazione in grado di dare i necessari contributi a livello socio economico. Insomma l’amministrazione Zingaretti si schiarisca le idee sulla materia ed eviti di continuare a fare confusione e pasticci”, così in una nota stampa Donato Robilotta, Responsabile Lazio Energie PER l’Italia.

Notizie correlate