Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

Governo, Bassetti: Pd deve dialogare con M5S

Governo, Bassetti: Pd deve dialogare con M5S
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

“L’apertura del Pd ai 5 Stelle è importante, perché i dem non possono stare su una torre d’avorio a seguire gli eventi. L’Aventino è sbagliato. Non credo però a un governo Pd-5 Stelle, ma più a un esecutivo istituzionale dove i due partiti possano collaborare su un contratto di programma”. Sono le parole di Piero Bassetti, ex deputato a lungo nella Dc, intervistato da Formiche.net sul dialogo tra M5s e Partito democratico. “Il Pd non può ignorare un movimento che ha il 32% dei consensi nel Paese. Ma questo dialogo deve avvenire soprattutto nella società civile, dal basso “, spiega Bassetti. “In questo modo il Pd può riconquistare proprio quei consensi che sono andati al M5S. Il Pd può gettare un’Opa sul movimento e riprendersi i voti”. Secondo Bassetti, si può partire dal contratto presentato da Di Maio, ma aggiungendo altre voci: “La questione del reddito di cittadinanza è stata banalizzata, ma il calo del lavoro dovuto alla robotica è un tema mondiale. Su questo e molto altro Martina ha le orecchie per stare a sentire”. Secondo l’ex presidente della Regione Lombardia, gli elettori “hanno indicato persone che fossero i rappresentanti dell’urlo, della protesta e della loro insoddisfazione. E mi riferisco soprattutto a Di Maio e Salvini. Passare dal grido del Paese a strutturare poi una risposta politica e di governo è difficile, complicato. Da qui nasce la difficoltà, anche di Mattarella, di mettere insieme una maggioranza tra le diverse forze per dare vita a un esecutivo”. Il governo istituzionale che potrebbe nascere dovrebbe occuparsi di “fare una nuova legge elettorale”, sostiene Bassetti, che invita poi il Partito democratico al dialogo. Col governo istituzionale “si potranno fare anche altre cose e soprattutto potrà iniziare un dialogo tra Pd e 5 Stelle. Poi si può tornare a votare, magari tra un anno. Nel frattempo sarà interessante vedere, per esempio, se alla Lega riuscirà l’Opa su Forza Italia”. E sulla crisi politica attuale, Bassetti sostiene che dipenda dalla debolezza dei partiti: “Hanno perso la forza di proporre istanze di governo, non sono più il mezzo con cui la società portava le proprie idee e bisogni all’interno delle istituzioni. Il partito era il mezzo per trasformare la sensibilità del popolo in una forza di governo. Ora non è più così”. “Il successo del M5S è l’elemento più interessante di queste elezioni – conclude Bassetti – loro sono espressione delle problematiche della società civile, ma devono riuscire a portarle nella società politica. 5 Stelle a parte, i partiti sono rimasti indietro sul fronte della rete e del web”.

Notizie correlate