Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

Mattarella ricorda Ruffilli: “Studioso esemplare, capace di impegno concreto”

fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

Roberto Ruffilli è stato “un punto di tessitura di storia tragica ma che ha seminato per la nostra convivenza, per il nostro stare insieme positivo”. Con queste parole, accolte da applausi scroscianti, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha concluso il proprio intervento alla cerimonia in occasione del 30° anniversario della morte di Roberto Ruffilli. Dello storico forlivese, assassinato dalle Brigate rosse il 16 aprile 1988, Mattarella ha ricordato il “carattere mite, la sua grande passione per studio, riversato in un concreto impegno nell’insegnamento, nella società e nella vita politica”.

Anche sulla scorta della comune partecipazione alla vita politica nelle file della Democrazia cristiana, il capo dello Stato ha sottolineato che “era difficile non avvertire il fascino di Ruffilli: la su acuta intelligenza, la trasparenza della sua persona, la grande, elegante ironia con cui si esprimeva”. Mattarella ha poi rammentato come democrazia e costituzione fossero sempre al centro dell’insegnamento di Ruffilli insieme all’idea di “cittadinanza intesa come patto tra il cittadino e lo Stato”, senza dimenticare il “senso di comunità che lega tutti gli elementi e tutti i concittadini della Repubblica”.

La vita politica si svolge infatti non solo nelle istituzioni ma in tante altre manifestazioni e punti di incontro, negli enti intermedi, nelle formazioni sociali, nelle libere aggregazioni. Così si spiegano “il dinamismo della Repubblica, la vivacità della democrazia”. Di Ruffilli, Mattarella ha poi messo in evidenza “l’attenzione alle riforme, alla necessità di adeguamento ai mutamenti” nella storia e nella società. “L’insegnamento principale di Ruffilli  è stato con la sua vita: è sconcertante – ha scandito Mattarella – il contrasto tra l’efferatezza belluina dei terroristi che lo hanno ucciso e la sua figura serena, aperta agli altri, disponibile”.

Notizie correlate