Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Ambiente ed Energia, Energia

Autorità energia, Crippa (M5s): Per proroga Collegio serve conversione decreto

Altrimenti, secondo il pentastellato, si rischia nullità degli atti
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

È atteso con ogni probabilità per questo pomeriggio, il decreto legge di proroga per il collegio dell’Autorità dell’energia. Ma secondo Davide Crippa del Movimento 5 Stelle, senza conversione in legge “il rischio è che gli atti siano di fatto nulli”. Il deputato pentastellato lo ha detto in un’intervista alla Staffetta Quotidiana. Al momento Crippa ha annunciato che sta valutando i curricula dei candidati per l’Arera, per ora solo per valutazioni interne al Movimento, anche perché “Calenda – che di recente ha invitato le forze politiche a collaborare – non si è mai interfacciato con noi”. Il pentastellato critica in particolare la mossa della proroga, anche se ribadisce che ormai il Governo non si può più permettere di fare candidature: una proroga “fatta all’epoca della legge di Bilancio, come avevamo proposto noi, aveva senso; adesso è a rischio la validità degli atti nel lasso di tempo in pendenza di attuazione come tutti i decreti hanno 60 giorni per essere convertiti, se non convertiti tutti si azzerano. Da una parte noto che l’Autorità in questo periodo ha una produzione normativa straordinaria rispetto ai suoi ritmi consueti”. Il rischio ora, ha aggiunto Crippa a Staffetta Quotidiana, è che si blocchi l’attività dell’Autorità fino al nuovo Governo: “Sì. Se fosse stata fatta in tempo ne avrebbe mantenuto l’operatività, oggi siamo di fronte a una delle poche misure da mettere in campo, ma bisognerà capire la validità degli atti qualora non dovesse essere mai convertito”.

Notizie correlate