Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

Pensioni: Damiano, dati Inps confermano possibilità correzione Fornero

fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di red

“Il quadro fornito dall’Inps sulle pensioni, che evidenzia il fatto che quasi il 71% degli assegni è inferiore ai 1.000 euro, rilancia il dibattito sul futuro della previdenza”. Lo dichiara Cesare Damiano, del Partito democratico, per commentare i dati contenuti nell’Osservatorio sulle pensioni dell’Inps.
“I recenti attacchi al sistema pensionistico – continua – da parte della Commissione europea e del Fondo Monetario Internazionale, che pretenderebbero una Fornero-2, ci spronano ad andare nella direzione opposta. È evidente che, dopo le numerose riforme (2004, 2007, 2010 e 2011), il sistema è in equilibrio e che sarebbe impensabile e ingiustificata una nuova ‘mungitura’ per coprire il debito. Al contrario, va portata avanti una ulteriore opera di correzione della ‘riforma’ del Governo Monti, dopo gli interventi fatti nella precedente legislatura che hanno consentito di recuperare circa 20 miliardi di euro. Attendiamo il nuovo Governo, dopo le promesse elettorali, alla prova dei fatti. Fra tutte le correzioni da fare consideriamo prioritaria una misura, realizzata solo in parte con l’Ape sociale: la possibilità di andare in pensione con 41 anni di contributi indipendentemente dall’età anagrafica”.
“Noi ce l’abbiamo fatta soltanto per chi svolge i cosiddetti lavori gravosi: adesso si tratterebbe di estendere questa misura a tutti i lavoratori, risolvendo in questo modo il problema dei cosiddetti ‘precoci’”, conclude.