Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Lazio/RomaCapitale

Migranti, Bonafoni: “Grave atteggiamento dell’Ufficio immigrazione”

“Almeno la Questura rispetti i diritti dei richiedenti e crei le condizioni affinché non vengano alimentate pratiche esclusive e discriminatorie”
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

“Apprendo con indignazione quanto denunciato dalle pagine di Fanpage su quello che accade presso l’Ufficio immigrazione della Questura di Roma: file infinite, soprusi, mancanza di mediatori e regole stabilite arbitrariamente rendono il rinnovo del permesso di soggiorno un vero calvario. Quella descritta è una violazione dei diritti, soprattutto laddove la questura di Roma non solo subordina il rilascio del permesso di soggiorno alla residenza fittizia, ma addirittura poi si rifiuta di accettarla, rimpallando i migranti tra un ufficio e l’altro. Quello che si viene a creare è un paradosso, una prassi del tutto illegittima dove non vengono rispettati e riconosciuti i diritti delle persone. Una situazione che costringe i richiedenti a una condizione di irregolarità e di precarietà giuridica, alloggiativa e lavorativa”, afferma la consigliera regionale della Lista Civica Zingaretti, Marta Bonafoni.

“In una città come Roma – dove le politiche di accoglienza hanno bisogno di una vera e propria sterzata – è necessario davvero correre ai ripari e chiedere che almeno la Questura rispetti i diritti dei richiedenti e crei le condizioni affinché non vengano alimentate pratiche esclusive e discriminatorie”, conclude Marta Bonafoni.

Notizie correlate