Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

Rai: Anzaldi (Pd), “Imbarazzante appiattimento informazione Rai su M5s”

Rai: Anzaldi (Pd), “Imbarazzante appiattimento informazione Rai su M5s”
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di red/mal
“Stiamo assistendo ad un imbarazzante appiattimento dell’informazione Rai sul Movimento 5 stelle, perfettamente in linea con la campagna elettorale, quando Luigi Di Maio è risultato il politico con più spazio di parola di tutti, sopra anche al presidente Mattarella. Tutto questo accade mentre la commissione di Vigilanza non è operativa, quindi è ancora più grave. In questi giorni il Tg1 ha dato prove di piaggeria senza precedenti”. E’ quanto dichiara il deputato del Partito democratico Michele Anzaldi in un’intervista ad “Affaritaliani.it”.
“Nel giro di tre giorni – prosegue Anzaldi – abbiamo avuto una doppia intervista nell’edizione di massimo ascolto a due esponenti M5s, Di Maio sabato e Fico lunedì. A Di Maio è stato dato il doppio del tempo concesso nell’intervista al segretario Pd Martina, mentre a Fico non è stato posto il tema che sta facendo discutere da giorni i militanti M5s sui social: non si sente imbarazzato ad aver avuto la poltrona grazie all’accordo con Forza Italia? L’intervista è stata fatta proprio nelle ore in cui sono saltati fuori i video del 2011 con Elisabetta Casellati che sosteneva che Ruby era la nipote di Mubarak. A impressionare, però, è il modo in cui l’informazione del servizio pubblico si sottomette ai diktat di un partito”.
“Venerdì sera, Il giorno prima – dichiara ancora il deputato dem ad Affaritaliani – dell’intervista da 3 minuti a Di Maio, durante lo Speciale Tg1 dedicato all’elezione dei nuovi presidenti delle Camere il conduttore Giorgino ha lamentato il veto degli esponenti M5s ad essere presenti in trasmissione. Si rifiutano di partecipare ad un approfondimento, perché sarebbe imbarazzante rispondere a domande in diretta e confrontarsi con altri ospiti nelle ore in cui stanno trattando nientemeno che con la Lega e Forza Italia, e come risponde il Tg1 a questa imposizione? Dando uno spazio enorme al leader di quel partito. Incomprensibile, se pensiamo che quel partito è stato anche protagonista di una caccia al direttore, con il pedinamento dell’ex direttore Orfeo”.
“Da dopo il voto, sono scomparsi totalmente – continua ancora Anzaldi – dai talk show probabilmente perché il momento della propaganda elettorale è finito e ora occorre spiegare e argomentare, anche col contraddittorio, come intendono governare. Ora non si vedono più a Cartabianca, o da Floris, dove hanno stazionato fissi negli ultimi mesi. Addirittura abbiamo visto trasmissioni di prima serata ospitare in orario favorevole Martina e Rosato, cose mai viste. E questa sarebbe la trasparenza? Perché i conduttori accettano una situazione del genere senza fiatare?”.

Notizie correlate