Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Cronaca, Cronaca

Terrorismo, Roma: rientra allarme cittadino tunisino

Piano sicurezza per Pasqua: dalle 19 di giovedì alle 24 del 2  aprile scatterà la ''green zone''
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione
Massima allerta a Roma per Pasqua. In Questura anche oggi si è svolta una riunione operativa, presieduta dal questore Guido Marino, nel corso della quale sono stati pianificati i servizi di vigilanza, ordine e sicurezza connessi agli eventi religiosi. “Dalle 19 di giovedì e sino alle 24 del 2 aprile – ha spiegato la Questura in una nota – scatterà nella Capitale la ‘green zone’ che includerà tutta l’area del centro storico, Colosseo e Vaticano: non saranno ammesse manifestazioni, sarà vietato il trasporto di armi o esplosivi, così come non sarà ammessa la circolazione di mezzi pesanti”. Il questore ha inoltre riunito tutti i dirigenti “affinché organizzino briefing con il personale dipendente impiegato nei servizi di vigilanza e ordine pubblico, al fine di garantire la massima attenzione. La Digos ha aperto un focus informativo dedicato, in collaborazione con il Dipartimento della Pubblica Sicurezza e i servizi di sicurezza. Sono in atto controlli presso gli stabili occupati nella capitale per verificare le presenze”. Intanto, la Questura ha fatto sapere che è rientrato l’allarme del tunisino  Atef Mathlouthi, il 40enne che era ricercato in tutta Italia dalle forze dell’ordine dopo che, in una lettera anonima recapitata all’ambasciata italiana a Tunisi, era stato segnalato come organizzatore di prossimi attentati terroristici proprio a Roma: “Al momento – ha precisato – non è ritenuto un pericolo concreto e attuale. La vicenda è in fase di ulteriore approfondimento, ma non ha determinato alcuna allerta in considerazione del fatto che, l’innalzamento standard della misure di sicurezza per Pasqua era stato già pianificato”.

Notizie correlate