Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Economia

Azzardo: in Puglia è una delle cause di indebitamento delle famiglie

Lo rendono noti i dati diffusi dalla Fondazione Antiusura San Nicola e Santi Medici
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

L’azzardo è una delle cause di indebitamento delle famiglie pugliesi. A rivelarlo sono i dati diffusi a Bari dalla Fondazione Antiusura San Nicola e Santi Medici. Nelle sei province il consumo 2016 di gioco pubblico d’azzardo è stato pari a 6 miliardi 74 milioni e 860 mila euro al netto della quota on line della quale è ignota la ripartizione né provinciale e né regionale (c.f.r. Prof. Fiasco). La quota trattenuta (da Stato e concessionari) dalla vendita di scommesse, lotterie e altri tipi di puntate in denaro in locali pubblici è risultata di 1 miliardo e 170 milioni di euro, che dunque contabilizza la “perdita secca” dell’insieme dei consumatori. In sostanza i pugliesi hanno acquistato gioco d’azzardo impiegando una somma complessiva pari al 15,7 per cento del valore del reddito regionale dei contribuenti.

Da canto suo, il “banco ha incassato” il 3 per cento del reddito imponibile delle 6 province pugliesi. Nella Regione funzionano a pieno regime 22.377 slot machine in 5024 esercizi pubblici, mentre altre 2869 gambling machine girano in 331 sale dedicate (le cosiddette VLT). È interessante notare che un apparecchio ipertecnologico – la VLT, che sta per Video Lottery Terminal – possiede un’efficienza pari a quella di 8 slot machine della precedente generazione. Con tecnologia differente e dunque con maggiore velocità di esercizio il sistema dell’azzardo ottiene tali risultati astronomici. L’attività di contrasto alla diffusione dell’azzardo è stata condotta efficacemente anche nel 2017. Innumerevoli appuntamenti pubblici informativi sono stati assicurati su tutto il territorio regionale dal presidente, Mons. Alberto D’Urso e dall’avv. Attilio Simeone.

È stato, altresì, garantito il supporto scientifico alle Istituzioni che ne hanno fatto richiesta. In particolare, attraverso il presidente ed il Coordinatore, è stato aperto un dialogo-confronto con le Istituzioni nazionali che presso il ministero dell’Economia nella persona del sottosegretario onorevolele Baretta, a nome del governo. Nel 2017 il fatturato nazionale si attesta a 102 miliardi di euro. La metà di questo denaro è transitato da macchinette (in particolare videolotteries).

Notizie correlate