Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica, Caso Dell’Utri

Ex FI scrivono a Mattarella: Vogliamo Giustizia

Secondo Amedeo Laboccetta, Elio Massimo Palmizio, Franco Cardiello, Vincenzo Gibiinio e Giancarlo Pittelli l’ex senatore versa in gravi condizioni
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

Hanno deciso di inviare una lettera al presidente della Repubblica Sergio Mattarella affinché si attivi con il ministro della Giustizia Andrea Orlando sulla “correttezza dell’operato dei magistrati di sorveglianza” nei confronti di Marcello Dell’Utri. È l’iniziativa promossa da cinque ex parlamentari di Forza Italia, Amedeo Laboccetta, Elio Massimo Palmizio, Franco Cardiello, Vincenzo Gibiinio e Giancarlo Pittelli che nel corso di una conferenza stampa alla Camera hanno letto una testimonianza della moglie di Dell’Utri, Miranda Ratti che ha parlato di “tortura” nei confronti del marito condannato a 7 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa. Secondo Laboccetta “il Capo dello Stato non può fare Ponzio Pilato. Non possiamo farlo morire lì dentro, va messo ai domiciliari”. Si tratta, ha aggiunto, “di uno scandalo più grave del caso Tortora”. L’ex esponente di Forza Italia ha anche criticato l’atteggiamento del suo vecchio partito che “non prende posizione” ricordando come FI abbia fatto sempre “quadrato attorno a Berlusconi” per difenderlo dalla magistratura. La lettera, oltre che a Mattarella e a Orlando è stata inviata anche ai magistrati di sorveglianza, al direttrice del carcere di Rebibbia e alla polizia penitenziaria. Contestualmente è stato creato un Comitato nazionale per la libertà di Marcello Dell’Utri.

Notizie correlate