Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Economia, Giochi

Adm a concessionari on line: Adeguare sistemi autoesclusione entro 10 aprile

L’autoesclusione gestita centralmente dal sistema Anagrafe Conti di Gioco è quella trasversale, ha cioè effetto verso tutti i concessionari del gioco a distanza
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

L’Agenzie delle dogane e dei monopoli, a seguito dell’avvio in esercizio del protocollo Pacg 2.0,  sollecita i concessionari abilitati alla raccolta a distanza dei giochi “ad adeguare i loro sistemi entro il 10 aprile prossimo per consentire la gestione delle richieste di autoesclusione e revoca autoesclusione inoltrate dai giocatori”.  Inoltre sollecita “ la trasmissione, entro il 30 giugno prossimo, dei limiti di ricarica definiti dai giocatori per tutti i conti di gioco in stato aperto o sospeso”. L’autoesclusione gestita centralmente dal sistema Anagrafe Conti di Gioco “è quella trasversale, che ha cioè effetto verso tutti i concessionari del gioco a distanza. Una eventuale richiesta di autoesclusione limitata ad un solo concessionario è una richiesta che può essere gestita dal concessionario con una sospensione del conto. In tal caso al sistema ACG non andrà trasmessa l’autoesclusione ma verrà trasmessa esclusivamente una transazione di sospensione del conto di gioco”.

Adm ricorda inoltre che “l’autoesclusione del titolare non comporta la modifica dello stato del conto, e che il giocatore autoescluso può effettuare sul proprio conto di gioco esclusivamente le operazioni di subregistrazione, prelievo e cambio stato conto, chiedendone ad esempio la chiusura, potrà inoltre essere effettuata la transazione di invio saldo. Non si potranno invece effettuare giocate, ricariche o ricevere bonus. In fase di subregistrazione, il codice di ritorno 1298 evidenzia che il giocatore risulta autoescluso e non va quindi gestito come un diagnostico di fallimento della subregistrazione stessa. Si precisa infine che i conti intestati a soggetti autoesclusi vanno regolarmente trasmessi come dormienti se non movimentati da almeno tre anni”.

Notizie correlate