Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

Migranti, Civati scrive a Mattarella: Italia e Ue stanno calpestando umanità

Migranti, Civati scrive a Mattarella: Italia e Ue stanno calpestando umanità
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di red/mal

“Noi tutti sappiamo quel che è successo e sta succedendo ora, esattamente in questo momento, lungo le rotte migratorie, tra Corno d’Africa e Sudan, tra Niger e Nigeria, fino alla maledettissima Libia. E sappiamo quel che sta succedendo ora in Siria. Eppure è notizia di questi giorni che una delegazione di ‘Alternativa per la Germania’ si è recata in Siria per verificare le condizioni di ‘sicurezza’ del paese col fine di procedere al rimpatrio dei rifugiati siriani ora presenti in Germania”. Lo scrive il segretario di Possibile ed esponente di Liberi e Uguali, Giuseppe Civati, in una lettera inviata al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, insieme al libro-denuncia sui migranti ‘Voi sapete. L’indifferenza uccide’. “Ci fa orrore – prosegue la lettera – una politica che costruisce muri fisici e politici, come ci dimostra la rotta balcanica e quel filo nero che lega Istanbul e Budapest. Ci fanno orrore le bombe sulle città siriane. Ci fa orrore l’idea di rimpatriare i siriani. Eppure l’Italia è responsabile delle stesse identiche azioni: c’è il filo nero che lega l’Egitto di Giulio Regeni e l’accordo con Tripoli e le sue milizie. Le bombe sulle città yemenite. I rimpatri di rifugiati sudanesi in Sudan”. “Stiamo noi tutti: italiani e europei, violando non solo le norme più condivise del diritto internazionale – conclude Civati – ma stiamo violentando anche la nostra stessa identità e umanità. E lo sappiamo e lo sanno i potenti che guidano le nazioni. Ci indigniamo se la Polonia cerca di negare per legge l’esistenza dei campi di concentramento e sterminio, ma sapete tutti, sappiamo tutti, che quegli stessi campi e quelle stesse nubi si stanno addensando ai confini dell’Unione europea, quell’Unione nata per essere patria di una nuova cittadinanza imperniata sulla pace e sulla tutela dei diritti delle persone”.

Notizie correlate