Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Economia, Giochi

Agenzia Dogane e Monopoli, aggiornati Statuto e Regolamento di amministrazione

Revisione dell’assetto organizzativo delle strutture centrali e territoriali
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

Il Comitato di gestione dei Monopoli ha deliberato il 28 febbraio scorso il testo aggiornato dello Statuto  che presenta una revisione dell’assetto organizzativo delle strutture centrali e territoriali dell’Agenzia che consenta l’effettiva integrazione dell’Area monopoli con il superamento della stessa e una migliore ripartizione delle competenze con conseguente revisione dell’attuale Regolamento di amministrazione dell’Agenzia.

L’Agenzia si articola in: strutture di vertice, centrali e regionali, che svolgono funzioni prevalenti di programmazione, indirizzo, coordinamento e controllo; Uffici locali (UDM) che svolgono prevalentemente funzioni operative. Tra le strutture di vertice centrali “Direzione D – Giochi: Svolge attività amministrativa per l’istituzione, la regolamentazione e lo svolgimento dei singoli giochi, e cura la gestione amministrativa delle concessioni in materia di gioco. Provvede alla liquidazione e riscossione dei tributi e delle altre entrate in materia di giochi e vigila sul regolare adempimento degli obblighi amministrativi dei concessionari. Effettua il controllo contabile e amministrativo delle entrate derivanti dai singoli giochi. Direzione E – Antifrode: Definisce le strategie e le modalità di controllo nel settore dogane, accise, IVA, giochi e tabacchi, attraverso la predisposizione di indirizzi e direttive alle strutture territoriali, monitorandone l’attuazione e garantendone l’uniformità”. A livello locale: “Gli Uffici delle Dogane e Monopoli assicurano sul territorio di competenza: (…) la gestione amministrativa delle concessioni e dei punti di raccolta del gioco, il controllo del regolare adempimento degli obblighi amministrativi e fiscali da parte dei concessionari e degli altri operatori del comparto, il contrasto del gioco illegale, l’accertamento e riscossione dei tributi e irrogazione delle sanzioni nonché il recupero delle altre entrate connesse al Monopolio in materia di giochi”. Tra le competenze degli UDM, si legge nel regolamento, ci sarà “la gestione amministrativa delle concessioni e dei punti di raccolta del gioco, il controllo del regolare adempimento degli obblighi amministrativi e fiscali da parte dei concessionari e degli altri operatori del comparto, il contrasto del gioco illegale, l’accertamento e riscossione dei tributi e irrogazione delle sanzioni nonché il recupero delle altre entrate connesse al Monopolio in materia di giochi. Il servizio di vigilanza e controllo sul rispetto della regolarità normativa, gestionale e contabile dei depositi di tabacchi lavorati e prodotti succedanei nonché il recupero delle accise non versate, la gestione amministrativa delle violazioni in materia di contrabbando e la riscossione delle connesse sanzioni e tributi evasi, la gestione amministrativa delle rivendite e delle autorizzazioni alla
vendita di tabacchi lavorati e il controllo del regolare adempimento dei connessi obblighi nonché il recupero delle somme dovute e non versate”.

Le dotazioni organiche complessive del personale dipendente dell’Agenzia sono così determinate: 309 dirigenti e 12.580 non dirigenti.
“La consistenza della dotazione organica e la sua eventuale rimodulazione in base ai fabbisogni programmati  – si legge nel regolamento – viene indicata annualmente nell’ambito del piano triennale dei fabbisogni di personale nel rispetto di quanto previsto dai commi 2 e 3 dell’articolo 6
del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165”.

Notizie correlate