Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri

Ucraina, ambasciata russa: Washington non supporti nazionalisti

La sede diplomatica negli Usa: Dal sostegno ai radicali derivano pogrom e manifestazioni xenofobe
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino/Sputnik
di Velino International

Mosca spera che gli Stati Uniti cesseranno il loro appoggio ai nazionalisti ucraini e ai radicali di altri paesi dell’Europa orientale, dopo gli attacchi al centro culturale russo a Kiev: lo ha riferito l’ambasciata russa negli Stati Uniti. “Ci aspettiamo – si legge in una nota – che i funzionari statunitensi fermino la pratica del sostegno al nazionalismo barbaro. Non solo in Ucraina, ma anche in altri paesi dell’Europa orientale. Ne derivano, come mostrano gli sviluppi a Kiev, i pogrom, l’escalation di manifestazioni di xenofobia e di estremismo “. Domenica, i membri di un gruppo neonazista, l’organizzazione dei nazionalisti ucraini, hanno lanciato uova e pietre, e hanno anche rotto tutte le finestre del centro culturale, che appartiene all’agenzia russa di cooperazione estera Rossotrudnichestvo. L’incidente arriva il giorno dopo che 30 estremisti di varie organizzazioni radicali hanno fatto irruzione nel centro e hanno chiesto la fine del suo lavoro in Ucraina, causando danni materiali significativi e minacciando lo staff e gli ospiti di violenze fisiche.

Moscow hopes that the United States will cease its support to the Ukrainian nationals as well to the radicals in other Eastern European countries amid the attacks on the Russian cultural center in Kiev, Russian Embassy to the United States said on Monday. “We expect the US officials to stop the practice of support of barbarian nationalism. Not only in Ukraine, but in other Eastern European countries too. It results, as the developments in Kiev show, in pogroms, escalation of manifestations of xenophobia and extremism,” the embassy said in statement. On Sunday, the members of a neo-Nazi group, the Organization of Ukrainian nationalists, threw eggs and stones, while also breaking all the windows of the cultural center, which belongs to Russian foreign cooperation agency Rossotrudnichestvo. The incident takes one day after 30 extremists from various radical organizations broke into the center and demanded the end of its operation in Ukraine. The radicals caused significant material damage and threatened the staff and the guests with physical violence.

Notizie correlate